“VALUTATORE IMMOBILIARE”: A LECCE I PRIMI 20 AGENTI IMMOBILIARI CERTIFICATI

Lecce 15 giugno 2016 – Per la prima volta sul territorio provinciale FIMAA Confcommercio Lecce dà la possibilità agli agenti immobiliari di conseguire la Certificazione di “Valutatore Immobiliare – UNI 11558”.
La sessione d’esame, caratterizzata da due prove scritte e una orale, tenutasi presso la sede dell’Associazione, si è svolta nel corso di due giornate particolarmente intese (13-14 giugno), durante le quali 20 agenti immobiliari, appartenenti al sindacato di categoria FISIMA Confcommercio Lecce, hanno dimostrato di essere in possesso delle specifiche competenze e conoscenze tecniche della nuova figura professionale del “Valutatore Immobiliare”, dalle nozioni in materia di estimo e valutazione, a quelle relative agli standard nazionali ed internazionali di valutazione, dai principi di economia e mercati immobiliari, al sistema catastale, dalla fiscalità immobiliare, all’analisi del quadro urbanistico e giuridico amministrativo e alla stima delle aree edificabili.
«In un mercato in continua evoluzione, qual è quello immobiliare, è fondamentale acquisire sempre maggiori competenze tecniche che migliorino ed accrescano la propria professionalità. – afferma Valerio Arseni, presidente del sindacato provinciale FIMAA Confcommercio Lecce. – Essere in possesso della certificazione di Valutatore Immobiliare, risultando così iscritti al Registro Professionisti Certificati rappresenta dunque una nuova opportunità di crescita, soprattutto alla luce del ruolo centrale che questa nuova figura professionale attualmente assume sempre di più all’interno di una compravendita di immobili.»
Il Valutatore Immobiliare certificato, infatti, possiede le necessarie qualifiche, conoscenze, abilità e competenze per esercitare l’attività di stima e valutazione immobiliare.
«Chi si certifica attesta le sue competenze. – sostiene Stefania Severi, rappresentante di Kiwa Cermet Italia (ente di certificazione accreditato) – Coordinamento attività di certificazione delle professioni – La certificazione delle professioni – prosegue – è garanzia del livello di preparazione del candidato, ed inoltre si pone a tutela dei clienti, cercando di inquadrare le attività di quei professionisti che non rientrano in ordini o collegi, ma che spesso svolgono attività rilevanti in vari settori. Certificarsi significa dunque avere un valore aggiunto sul mercato differenziandosi come professionista dal resto del mercato.
Ogni professionista certificato inoltre, vedrà il proprio nome pubblicato sul sito nazionale di Accredia, l’istituto che in Italia si occupa di accreditare le figure professionali riferito alla propria norma di riferimento. Tale elenco pubblico costituisce una reale garanzia sul mercato, dato che è consultabile e quindi il mercato e i clienti possono verificare ogni certificazione.
Alessandra Clementini
Ufficio Stampa – Confcommercio Imprese per l’Italia – Lecce

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *