Tornano a Noicattaro il Palio dei Rioni e la Cavalcata di San Rocco

L’Associazione “Il Parnaso”, in collaborazione con altre 12 associazioni e con il supporto dell’Amministrazione comunale, darà vita martedì 9 settembre alla rievocazione di due eventi del passato, il Palio dei Rioni e la Cavalcata di San Rocco. Un modo divertente per mettere in luce il borgo antico di Noicattaro (Bari), in un’ottica di rivalutazione del centro storico della città.
A partire dalle 16, il centro cittadino sarà animato da musicanti e sbandieratori, che daranno il via in Piazza Umberto I al Palio tra i quattro Rioni della città: Madre, Carmine, Fornaci e Torre Pelosa. Sfide dal sapore antico che coinvolgeranno soprattutto i più piccoli: partita a scacchi con pedine umane, gare di tiro con l’arco, ma anche l’esibizione del cavallo bardato con cavaliere più bello, coinvolgeranno quanti vorranno adunarsi a sostegno del proprio Rione.
Dopo circa 50 anni, le strade di Noicattaro accoglieranno la Cavalcata di San Rocco, cara fino agli anni ’60 ai commercianti d’uva locali, che ne curavano tutti gli aspetti: appuntamento alle 19:30 a Palazzo della Cultura da dove prenderà il via il corteo storico con ambientazione seicentesca. I duchi Carafa, con al seguito cortigiani e figuranti, giungeranno in Piazza Umberto I, dando il via al momento clou della serata: la rievocazione del Duello tra il Duca di Noja Francesco Carafa e il Conte di Conversano Giulio Acquaviva d’Aragona, avvenuto a Norimberga (Germania) nel 1673. Al centro della contesa, l’acquisizione da parte della famiglia Carafa del feudo di Rutigliano dal Capitolo di San Nicola di Bari.
Una grande festa che si concluderà con la premiazione dei vincitori del Palio e del cavaliere più bello, che sarà eletto per acclamazione plebiscitaria. A fare da sfondo, uno spettacolo pirotecnico d’epoca.
Contemporaneamente alle celebrazioni storiche, saranno organizzate alle 18 e alle 23 visite guidate alla scoperta dei luoghi più suggestivi della città antica (partecipazione gratuita, prenotazione obbligatoria): il Trappeto della Torre cilindrica, il Teatro Cittadino e il Trappeto del Fossato all’interno del quale saranno rievocate antiche maestranze del mondo contadino.

Esec Manifesto - Mola di Bari

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *