Ti racconto a Capo

L’organizzazione dell’Associazione Idee A Sud Est con il supporto di Nasca Teatri di Terra, darà vita alla residenza teatrale “Hestia. Il Ventre dei Luoghi” diretta dall’attore e regista Ippolito Chiarello che detterà la linea artistica dell’intero progetto.

Per dieci giorni 16 artisti selezionati attraverso un bando pubblico saranno ospitati nella residenza teatrale, si confronteranno con le famiglie salentine, parteciperanno a pieno alla vita quotidiana del Capo di Leuca, vivranno intensamente le piazze e i luoghi di incontro, per poterne cogliere le tradizioni e le emozioni che saranno gli elementi essenziali dello spettacolo conclusivo realizzato da loro stessi.

Insieme a Chiarello e ai 16 artisti selezionati quest’anno la residenza potrà contare sulla eccezionale presenza di Giulia Anania. La cantante, poetessa e paroliera romana – vincitrice del premio della critica al Festival di San Marino nel 2006, finalista al Premio De Andrè 2007, in concorso al Festival di Sanremo nel 2012, ha diviso il palco con artisti del calibro di Ascanio Celestini, Banco del Mutuo Soccorso, Riccardo Sinigallia e nel 2010 è diventata autrice con contratto di esclusiva per Warner Chappell avendo da subito l’occasione di collaborare con alcuni dei più grandi autori italiani –si svelerà “alla ricerca dell’amor perduto”.

Sempre allo scopo di favorire la contaminazione tra luoghi, persone, fatti e sogni ogni sera la residenza teatrale accoglierà degli ospiti d’eccezione, organizzando incontri aperti al pubblico. Non solo, la residenza sarà a sua volta ospite del Locomotive Jazz Festival. All’alba del 3 agosto alle 4:00 a Marina Serra – Tricase (Le) i 16 attori partecipanti alla residenza irromperanno con una performance a sorpresa nello spettacolare appuntamento dell’Alba In Jazz 2014 del Locomotive Jazz Festival.

Il PROGRAMMA è così strutturato:

– 31 luglio serata inaugurale insieme a LECCE2019: Airan Berg (Direttore LECCE2019), Dario Quarta (Qui Salento) e la presentazione dei 16 partecipanti alla Residenza Teatrale;

– 1 agosto serata dedicata al giornalismo con il giornalista e storico Direttore di Radio Radicale, Massimo Bordin, che presenterà il suo ultimo libro “Complotto!” intervistato dal giornalista del Nuovo Quotidino di Puglia, Francesco Gioffredi.

– 2 agosto appuntamento con le storie di storia orale. Un dialogo fatto di racconti musicati con Salvatore Colazzo, Docente di Pedagogia Sperimentale presso l’Università del Salento, e con il cantastorie Luigi Mengoli.All’alba del – 3 agosto alle 4:00 a Marina Serra – Tricase (Le) irruzione nell’Alba In Jazz 2014 del Locomotive Jazz Festival.

– 3 agosto una serata immersa nei ricordi e nella tradizione grazie alla presenza di un gruppo di anziani di Corsano che racconteranno l’antico “Gioco dei Puni”, uno svago tipicamente corsanese.

– 4 agosto la stupenda Villa Meridiana sul lungomare di Leuca farà da cornice al concerto del Tranceformation Duo composto dalla flautista Giorgia Santoro e dal chitarrista Adolfo La Volpe.

– 5 agosto l’amore nella moda e nel cinema tra proiezioni e narrazioni, grazie all’intervento di Giovanni Scarafile, docente di Cinema e Etica della Comunicazione presso l’Università del Salento, e Leonardo Nuccio, rappresentante d’impresa per abiti nuziali.

– 6 agosto lo stupendo castello secentesco di Tiggiano sarà lo scrigno per le armonie composte dalla poetessa e cantautrice Alessandra Nicita, accompagnata dalle incursioni teatrali di Ippolito Chiarello. La trentenne salentina, già autrice di due raccolte di poesie “Sono stata molto delusa dai mirtilli e “Arrivò l’amore e non fu colpa mia”, ha realizzato il cd “Spegni la luna” che sarà il fil rouge musicale della serata.

– Il 9 agosto a Corsano sarà la serata conclusiva del percorso artistico. Alle 21:00 piazza S. Giuseppe sarà immersa in un’atmosfera magica grazie a un dedalo di rappresentazioni che ricostruiranno il pentagramma dell’armonia amorosa. Tra serenate, corteggiamenti e storie d’amore, ogni angolo sarà un palcoscenico a cielo aperto che sino all’alba metterà in scena L’AMOR PERDUTO.

La quinta edizione conferma l’impegno per la realizzazione di un progetto che sin dal 2010 si è sempre basato sulla GRATUITA’ e sullo SCAMBIO. Gli artisti selezionati parteciperanno gratuitamente alla residenza che si realizza grazie alla donazione da parte della comunità di beni e prodotti (frutta, pasta, bibite ecc.). E alla comunità, in cambio di un luogo e di un tempo da dedicare alla ricerca, gli attori restituiranno la creazione artistica, il significato profondo del loro lavoro, la loro lettura del mondo e dell’amor perduto assieme ad un’indimenticabile notte di serenate e canti appassionati. Perché da sempre, lì dove le istituzioni mancano, la comunità sa farsi volano per lo sviluppo e il cambiamento.

ti racconto a capo

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *