SERVIZI STRAORDINARI DI CONTROLLO DEL TERRITORIO DA PARTE DELLA POLIZIA DI STATO: MAXI SEQUESTRO DI STUPEFACENTI , UNA DENUNCIA PER REATI CONTRO IL PATRIMONIO E CONTROLLI ANTI-PROSTITUZIONE

Lecce, 1 aprile 2016

In seguito al potenziamento dei servizi di controllo del territorio disposti dal Questore P.d’Angelo in alcune zone cittadine dove sono state segnalate situazioni di degrado, nella serata di ieri pattuglie della Sezione Volanti e del Reparto Prevenzione Crimine hanno effettuato una serie di controlli in via Duca Degli Abruzzi  e nel quartiere Ferrovia. Particolare attenzione è stata posta anche nella zona San Pio e Piazzale Rudiae dove sono state individuate alcune donne di nazionalità nigeriana intente ad esercitare il meretricio.

Al termine dei servizi sono stati controllati, grazie ad un sistema che consente la rilevazione automatica delle targhe, 720 veicoli e, 54 persone, 15 delle quali con precedenti penali

I controlli sono stati estesi anche alla centrale Zona “Mazzini” che notoriamente è presa di mira da soggetti dediti alla commissione di reati c.d. “predatori” dove, effettivamente nelle prime ore di questa notte, in via Oberdan, una volante ha rilevato la presenza di un venticinquenne, noto agli operatori di Polizia che stavano perlustrando la zona, perché più volte arrestato da personale della Sezione Volanti, proprio in occasione della commissione di reati contro il patrimonio.

Considerato l’orario, la presenza dell’uomo in quel luogo sembrava sospetta ai poliziotti che hanno proceduto al suo controllo. Durante la perquisizione veniva rinvenuto, all’interno della tasca anteriore destra della felpa  indossata,  un  arnese in ferro  con angolo ricurvo, che generalmente viene utilizzato per forzare  serrature e/o lucchetti, della lunghezza totale di cm.12 e di larghezza cm 0,5, facilmente occultabile.

L’uomo è stato deferito in stato di libertà per possesso di arnesi atti allo scasso e si sta valutando la sua posizione in merito ad un furto aggravato avvenuto in un  esercizio commerciale di via Imbriani il 26 marzo scorso,  allorquando il denunciato fu visto asportare della merce e allontanarsi senza pagare

Sempre nell’ambito di tali servizi di prevenzione e controllo, personale della Squadra Mobile, impegnato nella repressione del fenomeno dello spaccio nel Centro Storico, ha rinvenuto, proprio in via delle Giravolte, dove già mesi scorsi, sempre personale della Squadra Mobile, aveva  effettuato degli arresti in materia di detenzione a fini di spaccio di sostanze stupefacenti, all’interno di uno stabile in stato di abbandono, un sacco usato per i rifiuti di colore  nero.

All’interno di quel sacco vi era della sostanza stupefacente del tipo marijuana pari a  kg 2.200 confezionata con del cellophane trasparente e chiusa con del nastro da imballaggio di colore marrone.

Nelle immediate adiacenze del sacco nero veniva rinvenuto uno zainetto di colore grigio marchiato “Comix”, contenente  un involucro in cellophane trasparente  simile al primo, contenente sostanza stupefacente del tipo Marijuana, del peso di gr. 1120 al lordo della confezione e 7 involucri in cellophane trasparente contenenti marijuana del peso complessivo di gr. 336 ognuno di circa gr. 50 al lordo della confezione, per un totale complessivo di kg. 3,650.

Sono in corso delle indagini  al fine di identificare l’autore del reato.

 

 

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *