Ruffano, Incontro d’Autore: Memoria Nueva. Storie di Guardiani della Terra Stefano e Agostino Petroni

Memoria Nueva. Storie di guardiani della terra” è un libro che nasce “dall’evoluzione di un piccolo-grande–pazzo sogno”. A presentarlo nel Salento lunedì 23 luglio alle ore 19.30, presso la bellissima Masseria Muto a Ruffano, ci sarà l’autore Agostino Petroni, originario di Andria, che ha vissuto in Sudamerica in tre comunità indigene in Brasile, Messico e Colombia per girare un documentario sulla loro resilienza gastronomica, insieme ad alcuni amici e al fratello Stefano. Dialogherà con Agostino e Stefano il designer Mario D’Aquino, proprietario della Biomasseria Muto, ristrutturata con cura e riportata a nuova vita nelle campagne di Ruffano.

 

Il libro, pubblicato da Castelvecchi Editore di Roma, nasce da un viaggio dell’autore, che ha vissuto quattro mesi, tra la fine del 2016 e l’inizio del 2017, a contatto con le comunità indigene Kalunga (Chapada Dos Veadeiros, Brasile), Maya (Quintana Roo, Messico) e Wayuu (La Gujira, Colombia). È solo il primo passo di un progetto ambizioso, che vedrà a breve l’uscita dell’omonimo documentario, con l’obiettivo di creare consapevolezza: “Nel mondo ci sono comunità contadine, che ancora producono cibo sano in armonia con la natura, applicando la conoscenza della terra e le tecniche contadine, tramandate da generazioni per centinaia, migliaia di anni. La conoscenza è la memoria collettiva degli antenati, un codice di sopravvivenza sostenibile”.

 

Il gastronomo pugliese, che debutta nel mondo della scrittura con questo libro, si è formato alla Bocconi e all’Università di Scienze gastronomiche di Slow Food, ha vissuto a New York, dove per un periodo ha lavorato per Oscar Farinetti (fondatore di Eataly), prima di finire in Sudamerica a contatto con le tre comunità indigene per fare il documentario. Attualmente con l’Associazione “Save the Olives”, è impegnato nella lotta alla xylella fastidiosa, il batterio che sta uccidendo gli ulivi pugliesi.

 

Il libro – Quando parte per il Goiás, remota regione dell’entroterra brasiliano, Agostino ha venticinque anni e sa che la vita lo ha messo di fronte a un bivio. Sa che partendo ha scelto la via alternativa a quella che la laurea in Economia spianava davanti a lui. Quello che non può prevedere è l’esito che questo viaggio avrà sul suo mondo interiore. I quattro mesi che trascorre vivendo in tre comunità indigene del Sudamerica sono un susseguirsi di incontri e scoperte sotto il sole del deserto colombiano o tra i resti sconcertanti di una città maya inghiottita dalla foresta. Partito per documentare storie di resilienza gastronomica, il giovane viaggiatore si troverà a percorrere terre che sono confini vertiginosi, dove la civiltà contemporanea lambisce, ora insidiandolo ora rifuggendolo, il tempo immemore che impregna di sé luoghi e destini rimasti ai margini della “società globale”. E mentre con freschezza e discrezione annota lezioni da poter riportare a casa, Agostino si spoglia di ogni certezza precostituita e ritrova l’indigeno che è in lui.

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus