RUBANO CAPI D’ABBIGLIAMENTO INDOSSANDOLI. DENUNCIATI DALLA POLIZIA

Lecce: nel pomeriggio di ieri una volante si è recata in Piazza Mazzini preso il negozio di abbigliamento “COIN” dove era stata segnalata la presenza di un giovane fermato dal personale addetto alla vigilanza, poiché scoperto con dei capi di abbigliamento di cui si era appropriato, mettendoseli addosso.
Sul posto veniva identificato D. B. leccese del’96. Le informazioni assunte sul posto dal personale dell’ esercizio commerciale evidenziavano la responsabilità del ragazzo il quale, dopo aver prelevato tre polo dagli scaffali del reparto uomo ed aver raggiunto il camerino prova, staccava le placche antitaccheggio e indossava le polo una sull’altra.
Di ciò si avvedeva un addetto alla sicurezza che notava tale manovra attraverso le tende del camerino, che non erano state ben chiuse e seguiva il giovane fino alle barriere antitaccheggio e all’uscita dove lo fermava.
Il ragazzo, vistosi scoperto, consegnava i capi da lui indossati ovvero due Polo marca Fred PERRY, una di colore bianco e una di colore nero e altra Polo di marca Lacoste di colore grigio, aggiungendo di non poter corrisponderne il costo.
Per quanto sopra descritto, il D. B. veniva deferito in stato di libertà per furto aggravato e danneggiamento dal momento che i capi di abbigliamento erano stati strappati nel togliere le placche.
Sempre nel pomeriggio di ieri, una volante è intervenuta presso l’esercizio commerciale Terranova dove ,all’interno dei camerini, era stato sorpreso un ragazzo intento a compiere un furto.
Una commessa del negozio insieme ad una collega avevano notato cadere per terra all’interno del camerino delle placche antitaccheggio che il ragazzo aveva rotto, strappando i capi prelevati. A questo punto, notato il giovane uscire dal camerino e dirigersi verso l’uscita del negozio, provvedeva a raggiungerlo ed in prossimità delle barriere antitaccheggio, lo fermava, chiedendogli spiegazioni circa i capi appena provati e facendolo accomodare all’interno del punto vendita, chiamava la Polizia. Gli agenti intervenuti intimavano al fermato di sollevare la maglia. A quel punto si scopriva facendo rilevare un paio di “infradito” del costo di € 9.99 e un paio di Bermuda del costo di € 39.99.
Per quanto accaduto B.L. tunisino del’89 veniva denunciato in stato di libertà per furto aggravato e danneggiamento
17 aprile 2016

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *