Roma. Domenica 16 luglio al Bioparco il Museo Ambiente e Crimine ‘Mainardi’ e la mostra sull’innominabile

Al Bioparco di Roma è stato rinnovato il Museo Ambiente e Crimine (MACRI) e volge al termine la mostra sull’innominabile.

Il MACRI, intitolato all’etologo Danilo Mainardi, è unico nel suo genere in Europa ed ha l’obiettivo di sensibilizzare il grande pubblico su diverse tipologie di reati, da quelli che deturpano il patrimonio ambientale, a quelli perpetrati nei confronti della specie protette, nonché sui reati commessi nell’ambito del settore agroalimentare.

L’ingresso al Museo è incluso nel costo biglietto Bioparco.

 

Domenica 16 luglio ultimo giorno per visitare la mostra: “La cacca: storia naturale dell’innominabile”, per far conoscere, in maniera divertente, la naturalità di questo materiale da molteplici punti di vista, a partire da quello fisiologico per arrivare a quello naturalistico ed ecologico. Con un filo conduttore: la cacca è vita, ovvero, senza la cacca degli animali non ci sarebbe terra fertile e quindi non ci sarebbero gli alberi, l’ossigeno, il cibo…non ci sarebbe la vita.

Costo biglietto: tariffa unica € 2,00 (oltre biglietto Bioparco).

 

Durante la giornata, inoltre, da non perdere gli appuntamenti A TuxTu con gli animali (‘Animali & Pregiudizi’) e ‘Dai da mangiare a Sofia’, l’elefante indiano del Bioparco.

 

Credit fotografico: Archivio Bioparco – Massimiliano Di Giovanni

Taggato con: , ,

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *