Punto di vista,Condotta sottomarina: l’opinione di Lorenzo Siciliano (PD)

Sul nuovo progetto di realizzazione della condotta sottomarina, credo che la cosa più giusta da fare sia quella di prendere atto della volontà dei cittadini di questa Comunità. Decisioni così importanti non possono essere assunte in autonomia. Ogni cittadino deve sentire quella responsabilità di decisione per il futuro di questo territorio, prendendo atto di quello che si andrebbe a realizzare e giudicando se sia un’opera necessaria oppure no. Il referendum è uno strumento che la Democrazia ci offre in momenti come questo e non utilizzarlo sarebbe un errore. Credo, peraltro, che si dovrebbe arginare il fenomeno della becera propaganda su questo tema. Chi monta la protesta del “no assoluto” ad ogni tipo di soluzione, senza dare delle valide alternative non solo non è credibile, ma cavalca in malafede l’onda della disinformazione. Qui non si gioca la partita tra due parti Politiche o la trovata di uno slogan elettorale, ma la salvaguardia di un territorio e la risoluzione di un problema spinoso nel migliore dei modi possibili. 
È evidente che non si può, ulteriormente, rinviare una decisione per la quale si prende tempo da quindici anni. Come è evidente che non è più pensabile di assistere allo scarico di reflui sotto gli scogli di Torre Inserraglio. Oggi bisogna assumersi delle responsabilità in tal senso. Bisogna porre termine ad un dibattito divenuto ormai estenuante. E per farlo c’è bisogno della massima condivisione.
A chi fa riferimento ad eventuali “ignoranti” che non saprebbero esprimere una loro opinione in un referendum, dico che non si sta scrivendo una nuova legge metafisica. Informarsi, farsi un’idea e decidere. Non è poi così difficile. Siamo nel 2015.
Lorenzo Siciliano
3 ottobre 2015
lorenzo siciliano 2

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *