Pronti a reagire sull’inoperosità del Forum Giovanile di Nardò.

Dire che l’Amministrazione Comunale di Nardò non sia aperta al dialogo costruttivo e pragmatico con la “Nardò giovane”, è un preoccupante dato di fatto. Quest’affermazione trova immediato riscontro nella questione, divenuta ormai tristemente ironica, del Forum Giovanile del 2012.
A due anni e mezzo dalla millantata Assemblea del Forum Giovanile vorremmo però fare esplicita chiarezza sulle mendaci e ripetute promesse fatte dal Sindaco Marcello Risi e dal Vicesindaco Carlo Falangone, prima ai Rappresentanti dei vari Istituti scolastici presenti sul territorio e poi, di conseguenza, a tutti i giovani ragazzi di Nardò.
L’iniziativa del Forum Giovanile ebbe slancio al termine di una manifestazione studentesca nel Marzo 2013, di cui tutti abbiamo memoria, culminata con l’incontro a Palazzo Personè della delegazione dei Rappresentanti di Istituto con le Istituzioni cittadine, per discutere di problemi inerenti la scuola e lo sviluppo di politiche giovanili. In quella sede ci fu chiesto espressamente di partecipare ad un’assemblea di giovani cittadini, con l’intento di creare un cantiere di idee, un terreno fertile su cui discutere le potenzialità del territorio in ottica moderna e costruire insieme il futuro della Città.
Quest’immagine idilliaca però, fu presto disattesa dalle illusorie promesse e dalle retoriche parole che puntuali arrivarono dal Comune ad ogni nostro sollecito per l’apertura dei lavori al Forum.
Di recente, esattamente il 28 Ottobre 2014, su di un social network invitavamo per l’ennesima volta il Sindaco a chiarire questo estenuante ritardo e procedere all’apertura dell’Assemblea, senza però ottenere risposta. In oltre, incontrando casualmente il Vicesindaco nel mese di Dicembre 2014, alla nostra richiesta di attivazione del Forum, ci venne risposto che a Gennaio 2015 sarebbero sicuramente partiti i lavori e di conseguenza i primi incontri.
Arrivati a Marzo del 2015, possiamo certamente affermare di essere stanchi della patologica miopia di cui è affetta l’Amministrazione Comunale di Nardò nei confronti di tanti ragazzi pronti a spendersi concretamente per il nostro territorio, valorizzandolo e ideando progetti, spinti esclusivamente dalla voglia di fare e mettersi in gioco.
Chiediamo dunque al Sindaco, con effetto immediato, di avere una risposta a nome delle centinaia di ragazzi che hanno presentato la domanda di iscrizione al Forum Giovanile, di conseguenza chiediamo l’apertura dell’organo assembleare per permettere a chiunque abbia aderito di contribuire e spendersi in maniera volontaria per la propria Città. Se non dovessimo avere risposta a quest’ennesima richiesta, saremo costretti a rivolgerci ai nostri Deputati alla Camera e al Senato, per mettere in luce la singolare incapacità e l’oscurantismo che l’Amministrazione Comunale di Nardò adotta verso i suoi ragazzi. Inoltre, siamo pronti ad indire costanti sit-in e riunioni con i Rappresentanti di Istituto e con le varie Associazioni giovanili presenti sul territorio di Nardò.
Nardò, 06/03/2015
Lorenzo Tondo e Matteo Ingusci
MoVimento Cinque Stelle Nardò.

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus