Progreditur Marcianise: Vigilia dell’esordio in casa, l’appello del club ai tifosi: “Credete in questo Marcianise”

MARCIANISE – Consapevolezza di affrontare una corazzata ma sapendo di poter contare su un gruppo solido e speranza nel vedere una buona cornice di pubblico. La vigilia dell’esordio al Progreditur contro il Pomigliano per la seconda giornata di campionato è quella che precede le grandi occasioni: “Ci aspetta una partita difficilissima – spiega il ds Salvatore D’Anna – sappiamo che il Pomgliano è una squadra attrezzata per vincere il campionato. Noi siamo una squadra molto giovane che deve crescere tantissimo, è ovvio che dovremo fare una partita molto attenta perché alla minima distrazione potrebbe succedere quanto accaduto a Fondi, in quanto loro hanno giocatori che non ti concedono una seconda chance. Dovremo essere concentratissimi ed attentissimi su ogni singola situazione e cercare magari sottoporta di sbagliare il meno possibile. Se faremo una gara con la giusta precisione e la giusta oculatezza sono sicuro che potremo fare bene”. Un pensiero poi va ai tifosi: “Spero che domani dimostrino di credere in questo nuovo progetto perché ovviamente il calcio senza i tifosi non ha senso. Quindi ci aspettiamo che i nostri ‘guerrieri’ abbiano sostegno da altrettanti ‘guerrieri’ sugli spalti in maniera che uniti possiamo conseguire un ottimo risultato”. Sulla stessa linea mister Rosario Campana: “I tifosi sono l’anima di ogni competizione sportiva, specialmente nel calcio. In questo periodo sono distaccati dalla loro squadra del cuore e allora dovremo essere bravi a provare a farli innamorare di noi e a farli tornare al campo. Da parte nostra posso assicurare che ce la metteremo tutta sapendo che questo è un anno di crescita: ma se i supporter ci stanno vicini possiamo crescere più in fretta”. Il tecnico gialloverde analizza li stato di salute dei suoi: “Siamo concentrati su una partita difficilissima dove affrontiamo una delle squadre più attrezzate per vincere questo campionato. Noi cercheremo di dare il meglio di noi sapendo che si tratta di una sfida assai ardua dove sarà molto dura riuscire ad avere la meglio su una compagine così ben organizzata. Noi siamo un gruppo in crescita, un gruppo giovane che sta cercando di recuperare qualche uomo in ritardo. Per la prima volta giovedì abbiamo potuto calpestare il nostro terreno di gioco: anche per noi, dunque, è tutto nuovo: ma queste sono situazioni marginali, dobbiamo pensare partita dopo partita e a dare il meglio sul campo”.
12 settembre 2015

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *