Presentate le novità della 13° edizione di Borgoinfesta: le “Voci di Terra” per guardare ad un futuro di speranza

La comunità di Borgagne ha risposto entusiasta e partecipe alla serata di presentazione della 13esima edizione di Borgoinfesta, che si è tenuta ieri sera presso l’Oratorio della piccola frazione di Melendugno.
Come ha evidenziato Angelo Pellegrino, il presidente dell’APS Ngracalati, associazione promotrice del festival: “Il valore intrinseco di Borgoinfesta risiede nel coinvolgimento delle persone che sono il vero capitale di questa manifestazione”.
Per Bif si tratta di un anno di svolta: alcuni dei contenuti seguono la scia delle passate edizioni del festival eco-culturale, ma si nota in maniera dirompente la scelta di voler lanciare messaggi chiari e diretti sempre nel segno delle “Voci di Terra” che diventano quest’anno anche Grida, Racconti, Sapori, Canti, Danze, Musiche all’insegna dell’integrazione e del vivere sostenibile. Non a caso Borgoinfesta quest’anno viene rappresentato visivamente da una gallina, una gallina ruspante che richiama la terra e la ruralità di Borgagne: così facendo, chi arriva a Borgoinfesta sa di entrare nel contesto di un borgo rurale che è orgoglioso di esserlo e intende, mediante i tanti progetti promossi dall’associazione, recuperare la ruralità che ha perso in un’ottica culturale e colturale differente. “All’interno di Bif ci saranno degli esempi virtuosi che dimostreranno realmente che c’è la possibilità di guardare ad un presente ed un futuro migliore”, ha detto ancora Pellegrino, “Ridare speranza puntando agli esempi virtuosi”.
Una delle novità del 2017 è il nuovo sito (www.borgoinfesta.com) che offre una panoramica esaustiva di tutti gli eventi interni al festival. Palmina Surdo, vice presidente dell’APS Ngracalati, ne ha illustrato i contenuti: “Questo sito racconta in modo semplice e immediato cosa accadrà nei tre giorni di Bif. Abbiamo deciso di creare uno spazio dedicato ai protagonisti, che sono indubbiamente le persone che vi parteciperanno a vario titolo nelle varie sezioni del festival: arte, solidarietà, racconti e grida di terra, enogastronomia che quest’anno torna in tutto lo splendore dei piatti tipici del nostro territorio, il mercatino dell’agricoltura sostenibile, l’orto organico, laboratori ed escursioni e i canti e le musiche che ci accompagneranno ogni sera”.

Entrando nel vivo della festa, il centro storico di Borgagne e le corti circostanti ospiteranno un palcoscenico diffuso di incontri, laboratori, mercatini, installazioni artistiche, racconti, suoni e Grida di Terra che, a cura di Franco Ungaro, si svolgeranno in un’aia e avranno “gridatori” d’eccezione come Nando Popu, Marco Sartoro Verri, Marina Greco e Massimo Vaglio, che si alterneranno nelle tre serate per condividere umori, desideri e afflizioni della nostra terra. Le grida si trasformeranno anche in Racconti di Terra con Wilma Vedruccio che raccoglierà le voci di Franco Arminio, paesologo che accompagnerà i visitatori anche in una passeggiata conoscitiva del borgo, Raffaella Verdesca e gli amici delle “scrasce”.
Grande spazio, come sempre, alla solidarietà con con “ManiaperteversolAfrica”, i cui fondi serviranno alla realizzazione di un grande pollaio all’interno dell’orto di Ouenou (in Benin) per il sostentamento alimentare ed economico dell’orfanotrofio nato grazie a Monsignor Martin che arriverà a Borgagne l’1 giugno.
La tradizione culinaria riempirà la piazza dell’intenso profumo dei piatti locali, poveri e preziosi al tempo stesso, frutto della fatica e dell’esperienza delle donne di Borgagne, le stesse che metteranno le “Mani in pasta” per insegnare in un mini corso come realizzare la pasta fresca fatta in casa ai visitatori.
Accanto a tutto ciò, non possono mancare i momenti di festa legati indissolubilmente al concetto di Bif con BorgoInCanto: si comincia venerdì 2 giugno con il gradito ritorno di Marco Poeta e Roberto Licci, che quest’anno raccontano in musica l’incontro di blues e Mediterraneo nel progetto Grico ‘n Blues; si prosegue sabato 3 giugno con la Unzapzap Bif Band, la voce del popolo contadino diretta da Luigi Morleo con Mauro Squillante e Sante Tursi, idea incentrata sulla valorizzazione dei canti tradizionali salentini accompagnati da strumenti da lavoro agricoli, e l’Orchestra Popolare di via Leuca con musiche e danze da ogni dove che chiuderanno la serata; domenica 4 giugno, infine, un grande ritorno in piazza Sant’Antonio con la Notte delle Cento Chitarre diretta da Luca Morino, una grande orchestra spontanea che diffonderà le Grida di Terra con percussioni, cantanti e, in particolare, tantissimi chitarristi che creeranno un momento di condivisione musicale in cui le barriere di età e competenze si abbattono in virtù della passione per la musica.
Subito dopo, in conclusione della 13esima edizione di Bif, sul sagrato della Chiesa Madre si esibirà il progetto Migranti 2.0, diretto dal maestro Luigi Morleo e donato a Bif direttamente dal Festival dei Popoli di Bari, guest star Enza Pagliara. Migranti 2.0 è una strategia musicale che si avvale di un coro multietnico e sarà supportato da un interprete LIS: Bif, così come ha iniziato, chiuderà nel segno di una rINvoluzione sana e possibile lanciando un messaggio di integrazione, condivisione e accessibilità.
La promozione del territorio passa anche dall’ospitalità e dalla comunicazione: ecco perché quest’anno l’APS Ngracalati ha organizzato, nei giorni di Bif, un educational tour dal titolo “Salento Carpe Diem Bif Tour 2017” finanziato dalla Regione Puglia all’interno del bando ospitalità per giornalisti e opinion leader nato con l’obiettivo di destagionalizzare e dare massima visibilità agli eventi che si svolgono in Puglia prima del 21 giugno, presentato e cofinanziato dal Comune di Melendugno: il 2, 3 e 4 giugno giornalisti, blogger e opinion leader provenienti da tutta Italia saranno ospiti del Borgo Autentico di Borgagne alla scoperta del patrimonio storico-culturale, naturalistico ed enogastronomico che diffonderanno mediante i propri canali.
 Tutte le info e i dettagli del programma su: www.borgoinfesta.com
Per info e contatti: info@borgoinfesta.com

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus