“Da pietra a pietra” le opere di Gianpietro Carlesso al Castello di Bari

Nell’ambito del Progetto Comunitario Adristorical Lands, giovedì 19 dicembre alle ore 18:00 presso il Castello Normanno Svevo di Bari il Presidente della Provincia di Bari, Francesco Schittulli, e l’Assessore alla Cultura, Nuccio Altieri, inaugureranno la mostra “Da pietra a pietra”.

Per la prima volta nel Sud Italia saranno esposte undici sculture di Giampietro Carlesso, artista di fama internazionale, le cui opere sono presenti nelle più importanti collezioni pubbliche e private di tutto il mondo. Interverrà anche il Soprintendente per i Beni Architettonici e Paesaggistici per le province di Bari, Bat e Foggia, Salvatore Buonomo. L’Assessorato alla Cultura e Turismo della Provincia di Bari ha fortemente voluto questa importante mostra in uno dei simboli della Terra di Bari, in linea con gli indirizzi di politiche culturali messi in campo in questi ultimi anni, tesi a valorizzare il patrimonio storico-culturale del territorio attraverso un dialogo aperto con le espressioni artistiche contemporanee. Le forme sinuose dei blocchi marmorei di Lasa, di Carrara, di Bardiglio magistralmente lavorati da Carlesso, saranno infatti esposti nelle sale più antiche del Castello Federiciano di Bari, instaurando un collegamento ideale con la pietra lavorata mille anni fa. La mostra “Da pietra a pietra”, che resterà aperta fino al 19 febbraio 2014, rientra tra gli eventi culturali promossi dalla Provincia durante il periodo natalizio a Bari per arricchire, con un’esposizione di livello internazionale, l’offerta turistica invernale in città. Durante la preview prevista per la stampa alle ore 17:00, sarà anche presentata “Castles Bari”, l’applicazione per smartphone e tablet che racconta la secolare storia dei Castelli in Terra di Bari, una della tappe degli itinerari transfrontalieri previsti dal progetto. L’App, che potrà essere scaricata sui dispositivi elettronici, ma anche fruibile attraverso totem multimediali allestiti nei castelli, è stata realizzata dall’Ente, sempre nell’ambito dello stesso progetto finanziato dal Programma IPA Adriatico, che mira a valorizzare le eccellenze dei territori coinvolti: oltre alle regioni italiane adriatiche Puglia, Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Marche, Molise e Veneto, la Croazia, l’Albania, la Bosnia Erzegovina, la Slovenia.

invitomail

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *