PER MESI MINACCIA E MOLESTA UN’INFERMIERA DEL VITO FAZZI. PAZIENTE DENUNCIATA PER STALKING.

È durato  molti mesi l’incubo di una impiegata dell’Ospedale V. Fazzi di Lecce, infermiera professionale quarantenne, presa di mira da una paziente, in cura presso il locale Nosocomio che, per non aver dato corso ad alcune sue pretese, contrarie a prescrizione mediche, è stata fatta oggetto di offese, insulti e minacce. Personale della Polizia di Stato, alla quale la donna ha denunciato dopo l’ennesimo episodio i fatti,  a seguito delle indagini svolte e degli elementi raccolti a suo carico ha deferito la donna  alla locale Procura della Repubblica di Lecce per il reato di stalking.
In particolare si appurava che, a seguito di un banale screzio, la paziente adottava un atteggiamento ostile nei confronti dell’infermiera. I frequenti incontri tra le due in reparto, vista la ciclicità delle cure a cui la paziente doveva sottoporsi, avevano determinato nell’infermiera un forte senso di disagio in quanto esposta suo malgrado a sempre più pesanti aggressioni verbali, ingiurie e dispetti che la stessa perpetrava anche in presenza di altri pazienti e di personale medico. Il protrarsi dell’atteggiamento ostile della paziente ingenerava la vedeva costretta a richiedere un cambio degli orari di turno per evitare di incontrarla fino ad ottenere dopo circa due mesi lo spostamento in altro reparto.
Nonostante le colleghe riferissero all’infermiera che la paziente continuava a chiedere di lei e a manifestare atteggiamenti ostili nei suoi confronti tale ultimo trasferimento, in reparto posto al piano superiore, sembrava poter  essere la soluzione ideale perché in grado di evitare qualsiasi contatto personale.
Ma così non fu. La paziente, probabilmente nervosa per un nuovo sistema di cura alla quale il personale infermieristico cercava di sottoporla, continuando a ritenere l’infermiera responsabile di quanto le stava accadendo, decideva di raggiungerla al piano superiore manifestando il chiaro intento di aggredirla fisicamente.
Personale infermieristico e medico intervenuti scongiuravano qualsiasi gesto, ma l’infermiera per l’ansia a cui veniva sottoposta veniva colta da malore con una prognosi di giorni 7, determinandosi a sporgere formale denuncia.
8 agosto 2015

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus