“Penne al dente” 2016. Ecco i concorrenti, i tutor-chef e le ricette in gara Protagonista: l’olio extravergine d’oliva. Venerdì 13 maggio, Chiostro dei Teatini, Lecce, ore 10

 Tutto pronto per la quarta edizione del concorso enogastronomico organizzato da Coldiretti Lecce dal titolo “Penne al dente” (nell’ambito di  “extravergineINpuglia), in programma venerdì 13 maggio, alle 10, nell’ex chiostro dei Teatini a Lecce.
Ed ecco tutti i concorenti, le ricette in gara e gli chef che faranno da tutor ai giornalisti. Cosimo Simmini sarà il tutor chef di Antonio Della Rocca (Sagne ‘ncannulate su dadolata di tonno e coulis di melanzane), Maria De Nardis (Ciceri e tria), Angela Simonelli (Azzurro nel verde).
Con lo chef Danilo De Matteis: Flavio De Marco (Maccheroncini golosi) e Loris Coppola (Pisello nano di Zollino cotto in pignata servito con filetti di ombrina bocca d’oro e scaglie di tartufo bianco di Corigliano). Con Sara Latagliata: Chiara Chiriatti (Penne al Veliero), Laura Butti(Sagne & ceci), Annachiara Pennetta (Se fossi una cernia). Con Patrizia Taccone: Valeria Blanco (Sagne ‘ncannulate alla pizzaiola salentina), Nunzia Bellomo (Letto di fave con cipolla e olive Leccine), Nunzio Pacella (Spurchia in pinzimonio su vellutata di pisello nano di Zollino con nido di paparina e foglie di borragine).
Con Mimmo Persano: Gaetano Gorgoni (Farfalle al profumo di bosco) e Fabiana Pacella (Cavatello goloso della Titina).
Con Antonio Campeggio: Carla Petrachi (Gelo di fragole con tracce di menta accompagnato da nidi al miele e vincotto con profumo di rose) e Davide Stasi (Torta pasticciotto all’olivotto al profumo di mandarino).
Con Daniele Bascià: Mariella Tamborrino (Farfalle con peperoni e pancetta) e Francesca Sozzo (Maccheroncini della “Pignata”).
Con Marco Monaco: Carla Ruggeri (Spaghetti con vongole, finocchetto marino e pomodorini confit) e Sandro Romano (Filetto di sgombro in oliocottura al ginepro su crema di fave novelle e menta, pomodori secchi caramellati e lampascioni fritti al vincotto).

in foto andrea Serravezza

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Con lo chef Daniele Cuna: Dario Quarta (Fet-uccine) e Vito Prigigallo (Mordendo la Puglia). Ed infine, con Massimo Vaglio: Ilaria Marinaci e Jessica Niglio (Maccheroncini cavati a mano saltati con pomodorini invernali filetti di capocollo di Martina Franca e mandorle croccanti su crema di fave fresche con tocchetti di burratina) e Silvia Musajo (Maccheroncino cavato con asparagi selvatici, burrata e briciole di pane croccante).
“Penne al dente” porterà quest’anno sul podio il cronista creatore del “Piatto l’Oro di Puglia 2016”. La competizione si svolgerà rigorosamente in diretta. I giornalisti, con l’aiuto degli chef, si cimenteranno nella preparazione di gustosi piatti, utilizzando ingredienti tipici del territorio e di stagione, tutti del paniere di “Campagna Amica” di Coldiretti Lecce.
 Protagonista assoluto dei piatti in concorso sarà l’olio extravergine d’oliva pugliese, che gli sfidanti hanno scelto da una lista di cultivar regionali allegata al bando. La scelta dell’olio sarà uno degli elementi chiave nella valutazione dei giurati per decidere a chi assegnare il podio.
 A votare il “Piatto l’Oro di Puglia 2016” tra le creazioni dei volenterosi giornalisti-cuochi sarà una giuria qualificata, capeggiata dallo chefAndrea Serravezza. La gara sarà presentata dal giornalista Pierpaolo Lala e dallo chef Fabiano Viva. Il premio consiste in una “dispensa” di prodotti di stagione a “chilometro zero” delle aziende aderenti a “Campagna Amica”. Mentre il premio di consolazione (alla peggiore ricetta) sarà una scherzosa “dolcezza” ideata dal creativo pasticcere Angelo Bisconti. Durante la kermesse, spazio anche alle degustazioni, con lo chef Walter Cretì, dell’agriturismo “Li Mori” di Lizzanello, che offrirà ai concorrenti e ai presenti i “fagottino Evo”, ovvero una specialità di pane all’olio extravergine d’oliva, aromatizzato con curcuma e paprika (dalle virtù afrodisiache), mentre il pasticcere Roberto Donno(“Dolce arte”, Cutrofiano) offrirà il “gelato alla pupuneddhra”, una prelibatezza a base di cocomero.  
12 maggio 2016
 ufficio stampa Coldiretti Lecce, Daniela Pastore

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *