OTRANTO: LA POLIZIA DI STATO DENUNCIA DUE LECCESI PER TENTATO FURTO

Nei giorni scorsi sono stati intensificati i servizi da parte degli agenti del Commissariato di Otranto  nei pressi del c.d. lago di Bauxite al fine di reprimere il fenomeno del furto di autoveicoli di ignari visitatori dell’importante sito paesaggistico.
Nel corso di uno di questi servizi nel pomeriggio di ieri intorno alle ore 17.00 i poliziotti della Squadra di Polizia Giudiziaria del Commissariato di Otranto, in abiti civili, effettuavano un servizio di appostamento, sin dal primo pomeriggio.
Dopo poco giungeva un’autovettura Lancia Y10 di colore blue, con due persone a bordo che, a bassissima velocità, dapprima si avvicinava ad alcune autovetture in sosta nelle immediate vicinanze della stradina sterrata che conduce al già citato lago di bauxite, per poi dirigersi in un primo tempo, lungo un sentiero che conduce alla vicina pineta e, successivamente verso uno spiazzo, solitamente utilizzato dai turisti per parcheggiare le autovetture.
La manovra destava subito notevole sospetto, infatti, i due soggetti un uomo ed una donna sempre con la massima circospezione, invertivano la marcia dirigendosi nuovamente verso il predetto lago ed una volta giunti nei pressi di un’autovettura Opel Agila di colore grigio, lasciata in sosta, in una rientranza della macchia mediterranea, rallentavano l’andatura fino a fermarsi, parcheggiando a fianco della stessa.

materiale equestrato

 

L’uomo con attenzione, dapprima sbirciava all’interno del veicolo in sosta, in corrispondenza dal lato guida e subito dopo si spostava all’altezza del finestrino posteriore, dello stesso lato, per poi dirigersi con decisione verso il lunotto posteriore, mentre la donna rimaneva in auto volgendo ripetutamente lo sguardo verso la strada sterrata d’ingresso alla zona.
Al fine di evitare eventuali e prevedibili danneggiamenti dell’autovettura i poliziotti intervenivano identificando i due soggetti.
La successiva perquisizione personale e del veicolo consentiva di rinvenire e sequestrare una forbice da elettricista, che l’uomo aveva gettato per terra all’arrivo degli agenti mentre nella macchina venivano trovati e sequestrati altri oggetti atti allo scasso ovvero una forbice da sarto, di colore nero, con le punte modificate e ricurve, posta sotto il sedile, mentre, all’interno del  bagagliaio, riposti in una borsa di plastica, venivano rinvenute due fionde in legno con relativo elastico, un temperino multiuso ed una torcia frontale di colore nero mentre, nel vano ruota di scorta, si rivelava la presenza di uno scalpello in ferro di colore rosso con impugnatura in plastica ed un filo metallico da carrozziere della lunghezza di circa 80 cm con l’estremità e ricurva ad, attrezzo verosimilmente utilizzato per aprire le portiere di autovetture dall’esterno.
10 ottobre 2015

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *