Nardo’: vigili urbani in borghese

Sempre più serrati i controlli sul territorio di Nardò.
L’assessore Giuseppe Tarantino e il comandante della Polizia Locale Cosimo Tarantino hanno intensificato i controlli degli agenti municipali operativi sul territorio. Per rendere più incisive le operazioni, i vigili urbani, già dai primi giorni di maggio, pattugliano strade e piazze della città in abiti civili.
Dall’ultima relazione del comandante della Polizia Locale emerge che le violazioni più frequenti sono il mancato uso di cinture di sicurezza, l’uso del cellulare alla guida, eccesso di velocità e sorpassi pericolosi nelle strade cittadine. Per i ciclomotori l’infrazione più diffusa è il mancato uso del casco protettivo. Rimangono alcune cattive abitudini alla guida, tra cui l’ inosservanza della segnaletica semaforica e dei divieti di accesso o transito.
Proseguono i controlli sul fronte dei rifiuti, grazie soprattutto all’utilizzo delle fototrappole, che periodicamente vengono montate nei siti ritenuti più a rischio. Ad oggi, sono circa 50 i verbali elevati a carico di chi, nonostante i divieti, continua ad abbandonare rifiuti in maniera non consentita. E i controlli sono estesi anche verso chi sporca con gli animali al guinzaglio. E’ stata, infatti, rinnovata la convenzione tra il Comune di Nardò e l’Associazione Europea Operatori di Polizia – Guardie Ecozoofile di Nardò. L’accordo prevede la collaborazione con il corpo della Polizia Municipale in materia di vigilanza ambientale con eventuale segnalazione di materiali a rischio abbandonati nel territorio e controllo della zona Z.T.L. .
Sanzioni pesanti per tutti coloro che circoleranno senza essere muniti dell’apposita paletta con relativo contenitore o con cani privi di microchip. “E’ triste, purtroppo, dover ricorrere a metodi rigorosi quando si tratta di comportamenti che dovrebbero essere una regola basica, elementare, di buona creanza e rispetto per gli altri – ha dichiarato il comandante Cosimo Tarantino – Naturalmente controlli serrati saranno effettuati soprattutto alle prime ore del mattino e nella seconda parte della sera, momenti in cui i proprietari degli animali sono certi di farla franca”. Dall’inizio dell’anno ad oggi 34 complessivamente i verbali elevati nei confronti di coloro che hanno portato a spasso il loro cane senza la bustina per raccogliere gli escrementi.
29 maggio 2015

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *