Nardò, si è costituita la sezione cittadina dell’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani)

Comunicato stampa ANPI Sezione di Nardò

In data 1 Luglio 2017 a Nardò, si è ufficialmente costituita la sezione cittadina dell’ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) il cui direttivo è costituito dal Presidente Gianfranco D’Eramo,dal Vicepresidente Laura Ragogna,  dal Segretario verbalizzante Loredana Giliberto, dal Segretario amministrativo Anna Rita Colopi e dai Consiglieri Claudia Raho e Francesca Marcuccio.

La storia non è uno sterile elenco di date e avvenimenti, la storia è la realtà, è ciò da cui proveniamo e a cui tendiamo. La sezione  di Nardò, fedele agli storici obiettivi dell’ANPI, nasce dall’esigenza di resistere ad ogni forma di fascismo, di razzismo e di  discriminazione, ad ogni forma di prevaricazione sulle fasce più deboli e bisognose del tessuto sociale.

La Resistenza oggi come ieri è una scelta consapevole nel segno della Libertà.

La cultura ‘Partigiana’ è costituita da uomini e donne, che hanno scelto e deciso di sacrificare le loro vite per un bene comune, lottare per un un futuro di Libertà, comunione, pace e tolleranza.

L’ANPI di Nardò si propone pertanto, come scopo principale, quello di proseguire, nel nome di quegli alti valori, la battaglia per la giustizia e la democrazia e di essere baluardo contro i rigurgiti antidemocratici e neofascisti.

Obiettivi dell’ANPI saranno quindi la valorizzazione del ruolo storico svolto dalla lotta partigiana anche mediante la promozione di ricerche e testimonianze, la difesa dal vilipendio e dal revisionismo, il sostegno ideale ed etico dei “valori di libertà e democrazia” alla base della Costituzione della Repubblica Italiana del 1948 nata dalla Resistenza.

La sezione cittadina sarà intitolata a Giuseppe Carrino che, allievo nell’arma dei carabinieri, si arruolò tra i partigiani durante la resistenza in Piemonte  con il nome di battaglia Lecce e morì il 31marzo del 1944 a soli 21 anni con altri tre giovani partigiani a Feletto Canavese, vittima di  un’imboscata tesa dai nazifascisti durante un’operazione alla ricerca di materiale esplosivo.

ANPI (Associazione Nazionale Partigiani Italiani) Sez. Cittadina di Nardò.

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *