Nardò: sarà sgomberata l’ex falegnameria

L’amministrazione comunale di Nardò al lavoro per l’allestimento di un’area dotata di tende, bagni chimici, acqua potabile e docce in contrada Arene, a pochi passi dalla Masseria Boncuri, per l’accoglienza dei lavoratori extracomunitari.
Il sindaco Marcello Risi, che opera in stretto coordinamento con il Prefetto di Lecce Giuliana Perrotta,  ha incontrato i volontari di Emergency e della Caritas.
Successivamente ha effettuato personalmente un sopralluogo con il vicesindaco Carlo Falangone e con l’assessore alle attività produttive Giuseppe Tarantino.
Le prime tende sono già state fissate. L’area è dotata anche di un’ampia struttura coperta e può ospitare fino a cento lavoratori.
L’investimento per l’amministrazione comunale di Nardò non sarà inferiore a 80.000 euro (60.200 euro sono stati impegnati con una deliberazione di giunta del primo luglio). Il comune conta di ottenere un finanziamento di almeno 50.000 euro dalla regione.
Già attivo il bus navetta gratuito del comune per il trasporto dei lavoratori alla mensa della Caritas e il servizio di mediazione culturale, di consulenza e integrazione organizzato dai comuni dell’ambito dei servizi sociali.
Il sindaco sta mettendo a punto l’ordinanza di sgombero dell’ex falegnameria, struttura fatiscente, pericolosamente occupata da alcuni lavoratori extracomunitari.

l’altra faccia del salento

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *