NARDO’: IL PASTO DELLA TARANTOLA, QUANDO IL CIBO SI FA TEATRO. Domenica 28 agosto nel cortile di Palazzo Personè la “degustazione teatralizzata” di Koreja

Interessante appuntamento tra teatro e gastronomia quello in programma domenica 28 agosto nel cortile di Palazzo Personè a Nardò. Si tratta de Il pasto della tarantola, evento a metà tra lo spettacolo teatrale e la degustazione di prodotti tipici salentini che Cantieri Teatrali Koreja ha allestito nell’ambito del progetto Del sacro e del profano.
Il pasto della tarantola è un percorso sensoriale fra beni culturali, teatro, cibo, tecnologia e storia. L’allestimento dello spettacolo è costituito da una serie di postazioni per una degustazione individuale guidata. Attraverso un ascolto in cuffia le attrici-cameriere accompagneranno lo spettatore-avventore alla scoperta dei sapori salentini, specchio e testimonianza della cultura da cui sono nati. Durante la performance sarà possibile degustare mùscari, scapèce, pomodori secchi sott’olio, africani e vino negroamaro, tutti sapori da cui emerge la luce riverberante del Salento e la pietra tenera degli edifici barocchi. Insomma, cultura e colture, saperi e sapori, uniti da un unico respiro che alimenta il miracolo di un territorio, il Salento, ricco di tradizione e di futuro. Saranno solo poche decine gli spettatori ammessi alla degustazione, che avrà tre repliche: alle ore 19:30, 20:30 e 21:30. L’ingresso è gratuito, ma la prenotazione è obbligatoria (info e prenotazioni ai numeri di telefono 366 9545678 e 0832242000/240752).
                I testi, il video e la regina dello spettacolo sono di Silvio Panini e Paolo Pagliani. In scena Annachiara Ingrosso e Ottavia Perrone. La consulenza artistica è di Salvatore Tramacere. Le scenografie di Mario Daniele.
Del sacro e del profano è un progetto che prende avvio dal tema del sacro, dalla memoria storica e dall’identità culturale, dal legame fra teatro, nuove tecnologie e beni ambientali e culturali, per avviare un processo di implementazione della dimensione turistico/culturale delle zone interessate dal SAC Arneo/Costa dei Ginepri e accrescere la conoscenza e la divulgazione di beni e servizi legati agli attrattori ambientali e culturali del SAC di riferimento. Tra i suoi obiettivi, il progetto si propone di reinterpretare il patrimonio storico-architettonico-ambientale del territorio SAC (centri storici, torri costiere, beni monumentali di pregio, parchi naturali, ecc.) attraverso innovative modalità di fruizione per ricostruire la memoria collettiva di quei luoghi e delle storie a essi collegati, individuando percorsi tematici che narrino il territorio.
L’evento rientra nell’ambito di Notti d’estate, il contenitore di eventi estivi dell’Assessorato al Turismo e alla Cultura del Comune di Nardò.
Ufficio Stampa comune diNard0
26 agosto 2016

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *