Nardò, Palazzine fatiscenti e rischio di perdere i finanziamenti. Intervento del sindaco Pippi Mellone

Si susseguono i gesti di attenzione del neo sindaco Pippi Mellone per gli ultimi e le periferie. All’ordine del giorno, per tutta la settimana appena trascorsa, anche gli immobili di edilizia popolare ex IACP Lecce (oggi ARCA Sud Salento) situati nella periferia più periferia di tutte, la zona 167, storicamente abbandonata e dimenticata. Nel 2008 i primi timidi segnali di inversione della tendenza, con i fondi per il recupero delle periferie, ed anche importanti lavori, come la pur migliorabile area mercatale. Qualcuno, però, a quanto pare non sta facendo la propria parte. 
“Apprezzo il ravvivarsi dell’interesse da parte di tutti – dice il sindaco Mellone – ma ad oggi non posso che rilevare una stasi scandalosa, che fa seguito ad anni di disinteresse generalizzato. Anche per questo – aggiunge – ho deciso di far partire la task force delle pulizie proprio da quella zona: per dare un segnale inequivocabile. E’ mio obiettivo migliorare decisamente il volto del quartiere San Salvatore (167 e zone limitrofe) e renderlo più vivibile. Fin ora è stato fatto troppo poco! In particolare bisognerà capire come mai, ad oggi, non ci siano stati gli interventi previsti a fronte di 1.800.000 euro disponibili. Il tutto mentre le persone sono costrette a vivere in palazzine fatiscenti”. 
Nelle scorse ore il sindaco, dopo aver attivato gli uffici competenti, ha inviato una lettera all’assessore regionale Anna Maria Curcuruto e 
 
ad Arca Sud Salento.
Il rischio paventato è quello di perdere il finanziamento
 e ritrovarsi con gli immobili in grave stato di abbandono.
“Una situazione – conclude Mellone – che non potremmo accettare”.

Agostino Indennitate

1 luglio 2016

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *