Nardò, Lorenzo Siciliano:”Il PD sia più umile e più dinamico… chi ha ricoperto ruoli di responsabilità si dimetta”

Abbiamo perso le elezioni in una maniera che definire beffarda risulterebbe riduttivo, ma se pensiamo che una sconfitta che ha diviso esattamente a metà non l’intero corpo elettorale, ma l’elettorato che ha votato allo scorso ballottaggio (e cioè 16000 persone circa, su 27000 aventi diritto), ci riconsegni magicamente la guida di questa Città alle prossime elezioni comunali, allora siamo condannati a perdere per i prossimi dieci anni. Non avevamo e non abbiamo dei militanti. Quelli che si rimboccano le maniche e difendono il proprio Partito pur non essendo candidati, dirigenti o responsabili di alcunché. La base, in sostanza. Quella stessa base che ha contribuito in maniera determinante per mettere in piedi un’azione comunicativa impeccabile dei nostri avversari.
Abbiamo perso senza interrogarci, subito dopo, sulle cause più vere, aldilà dei tradimenti vari che hanno sì contributo alla sconfitta, ma che se non ci fossero stati non avrebbero lasciato posto ad una vittoria trionfante, quella che un po tutti ci aspettavamo. Allora qualcosa che non ha funzionato, oltre alle evidenti rotture, c’è stato. Penso all’accordo mai smentito con i Cor, penso alle iniziative con i vari Carbone e Cassano, che hanno rappresentato una mannaia sulla nostra campagna elettorale, penso, infine, non per ordine di importanza, alla schiera di ex rappresentanti Politici degli ultimi 50 anni sul palco di uno dei comizi. Tutto l’esatto contrario di ciò che, oggi, i cittadini chiedono ed intendono vedere  durante le campagne elettorali. Ma questo è il passato. Sul quale bisogna riflettere, ma far restare, pur sempre, nel passato.
Dunque nulla è cambiato. Nessuno si è dimesso da qualche ruolo di responsabilità, nessuno è stato capace di fare un mea culpa e qualcuno pensa, piuttosto che ricostruire in maniera “formichesca”, alle sue ambizioni personali, oggi più facilmente percorribili data l’ecatombe decretata per molti.
Se questo è il quadro, e lo è, a me fa pena. E fa pena per la fiducia tradita delle tante persone che riponevano, e forse ancora ripongono, buone speranze nel centro sinistra e nel Partito Democratico. Mi chiedo cosa intendiamo fare per coinvolgere ex candidati che hanno fatto proprie centinaia di preferenze. Pensiamo forse che resteranno dalla nostra parte fino a Febbraio del 2021 per poi ricandidarsi? Pensiamo forse di trascorrere cinque anni affidando l’opposizione all’attuale maggioranza di governo ai soli Consiglieri Comunali? Pensiamo forse di essere in grado di costruire una coalizione solida, seria e competitiva pochi mesi prima delle prossime elezioni comunali? Non voglio essere un disfattista, perché dò, innanzitutto ed ovviamente, la mia piena disponibilità perché il centro sinistra ed il Partito Democratico riparta bene e subito. E riparta coinvolgendo in primis i non eletti. Uomini, donne, giovani e meno giovani che ci hanno messo la faccia, conseguito ottimi risultati e rimasti delusi per non essere stati eletti ed aver visto ricoprire il ruolo di Consigliere comunale da persone che hanno raccolto poche decine di voti. Ripartire dalla costruzione di una base, dal coinvolgimento di nuovi militanti che vedono in noi un punto di riferimento importante, ma che dobbiamo, come detto, prendere per mano e non pensare che siano loro a venire da noi. Rendiamoci conto che essere autonomi rispetto alla dirigenza provinciale e regionale (che ci hanno ampiamente non-dimostrato il loro supporto durante la campagna elettorale), rappresenta il fulcro principale della futura azione Politica. Il PD sia più umile e più dinamico. E chi ha ricoperto ruoli di responsabilità si dimetta e torni ad essere militante. Non rappresenterebbe una sconfitta personale, ma un’ovvietà, una nuova sfida ed un senso di responsabilità e di rispetto nei confronti del proprio Partito.

Lorenzo Siciliano
Consigliere Comunale
Direzione Regionale PD Puglia 

29 settembre 2016

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus