Nardò: lo scempio (l’ennesimo) in riva al mare

Oltre alle sterili diatribe politiche che in queste settimane hanno farcito il panorama politico neretino, è bene ricordare che il nostro territorio ha “anche” delle emergenze a cui la politica è chiamata a dare delle soluzioni. L’ennesimo scempio si presenta ai nostri occhi a Santa Maria Al Bagno, zona “Quattro Colonne”, precisamente a Parco Pinocchio, dove ci è stata segnalata una struttura, appartenete alla ProLoco praticamente distrutta. La struttura cade letteralmente a pezzi, le travi portanti della medesima sono totalmente distaccate e penzolanti, con la porta d’ingresso e le pareri buttate giù, sfondate, divelte sul terreno. Una struttura, come vedrete dalle foto, estremamente pericolosa per chiunque si avvicini o peggio, per chi ingenuamente o stupidamente abbia intenzione sostare all’interno. Ad onor del vero, questa struttura è in queste condizioni da diverso tempo, probabilmente dalla fine dell’estate scorsa.
nardò m5s.jpg 2.jpg7 nardò m5s
Ma, come solita prassi qui a Nardò, non si è fatto nulla per mettere in sicurezza la struttura. Ad attivarsi prontamente, dopo la segnalazione di alcuni cittadini, sono stati due giovani neretini, Lorenzo Tondo e Matteo Ingusci, attivisti del MoVimento Cinque Stelle Nardò, sempre presenti sul territorio e sensibili verso ogni problematica. Con tanta pazienza e buona volontà, oltre che grande senso civico e responsabilità, si stanno adoperando per risolvere il problema. Al momento però i diversi solleciti sembrano essere stati vani. Nel pomeriggio e serata di ieri, i due attivisti hanno sollecitato i Vigili Urbani ad intervenire immediatamente per mettere in sicurezza l’area ed evitare che qualcuno si potesse fare male. Effettivamente diverse sono le persone che sostano all’interno e bambini che giocano nei pressi della struttura. Nonostante le telefonate e le ore di attesa però, nessuno si è fatto vivo. Anche qui, come sempre. I due attivisti però, conoscendo bene la situazione di immobilismo che la nostra Città spesso accusa, non hanno intenzione di lasciare una struttura così pericolosa in quelle condizioni e affermano – “se i Vigili Urbani non procederanno nell’immediato a mettere in sicurezza l’area, protocolleremo al Comune una richiesta di messa in sicurezza della struttura”. Ci auguriamo che attraverso il serio ed importante lavoro dei due attivisti, ed il nostro supporto, chi di dovere si possa attivare per far cambiare le cose, prima che qualcuno, malauguratamente, possa purtroppo farsi del mare. Vi terremo aggiornati.
Adriano Tedesco
18 maggio 2016

 

nardò m5s.jpg 1

nardò m5s.jpg 2.jpg6.jpg8.jpg9 nardò m5s.jpg 2.jpg6.jpg8 nardò m5s.jpg 2.jpg6 nardò m5s.jpg 2 nardò m5s.jpg 1.jpg 3 nardò m5s.jpg 1.jpg4 nardò m5s.jpg 2.jpg7

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus