Nardò (Lecce) – Madonna della Grottella

La cripta è situata in località Cigliano, lungo la strada Veglie-Torre Lapillo .
Posta in un oliveto è segnalata all’estero da ruderi di una cappella,della quale rimane solo la zona absidale,essendo crollata la parte restante.
In questa porzione ancora esistente è contenuta una rozza scala, che porta all’interno all’ ipogeo, al quale si accede da un buco.
L’invaso è di origine naturale e non ha uno schema architettonico ben definito. La zona, ad est, è adattata a presbiterio. Pareti e soffitto sono molto irregolari. Al centro del pavimento vi è un inghiottitoio, che nelle grotte carsiche permette di far defluire l’acqua dall’interno verso il sottosuolo.
Tracce di colore indecifrabile sono presenti sulla parete in muratura.
La chiesa superiore era attiva nel 1613, quando il vescovo De Franchis la aprì al culto. Nel 1703 nella cripta fu ritrovato morto il frate Giuseppe l’Eremita, che in questa grotta si era ritirato a vita ascetica.
 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *