A NARDO’ IL DARWIN DAY, L’EVOLUZIONE A PORTOSELVAGGIO, LE TRASFORMAZIONI DI UOMINI, ANIMALI E VEGETALI. Domani il via agli eventi per ricordare Darwin e “scoprire” la storia del sito

Inizia domani, sabato 4 marzo, il Darwin Day, una iniziativa dell’Assessorato alla Cultura in collaborazione con “R.eTe. s.n.c. Ricerca e Territorio” per ricordare la nascita di Charles Darwin e soprattutto parlare di evoluzioni a Portoselvaggio. Si tratta di un appuntamento di grande rilievo culturale e scientifico, che gode del patrocinio del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali. Studiosi ed esperti del territorio racconteranno l’avvicendamento di specie umane, animali e vegetali, la formazione e trasformazione dei paesaggi e delle culture che si sono stratificate e ancora si conservano nel Parco. Tracce preziose degli eventi naturali che hanno plasmato questo tratto di costa, della storia delle più antiche frequentazioni umane del Salento, fino all’organizzazione dell’ambiente attuale che, insieme ad un eccezionale patrimonio archeologico, ospita specie acquatiche e vegetali di rara bellezza e interesse scientifico. A Masseria Torre Nova, proprio nel cuore del Parco di Portoselvaggio, alle ore 9:30 si parlerà di Racconti neretini dall’abisso del tempo geologico con Paolo Sansò, che racconterà la magia di un territorio in trasformazione nei tempi lunghi della geologia. Alle 10:45 il tema sarà Animali in evoluzione: la preistoria dell’uomo con Keiko Kitagawa, studiosa di faune antiche coinvolta anche in un importante progetto di ricerca riguardante Grotta M. Bernardini. Alle 11:45, infine, si parlerà di Principesse in erba: le orchidee del Parco Portoselvaggio e Palude del Capitano con Salvatore Inguscio, naturalista e guida ambientale, escursionistica e turistica che accompagnerà anche in un percorso affascinante nel parco. Interverranno per un saluto il sindaco Pippi Mellone, l’assessore alla Cultura e Turismo Francesco Plantera e il soprintendente a Archeologia, Belle Arti e Paesaggio per le province di Lecce, Brindisi e Taranto Maria Piccarreta.

Darwin Day

Il Darwin Day proseguirà domenica 5 marzo alle ore 9:30 alla Grotta di Capelvenere con la relazione sul tema Capelvenere, tante storie da raccontare di Vittorio Marras, speleologo e presidente del Gruppo Speleologico Neretino ma anche memoria storica di tutte le ricerche archeologiche svoltesi a Portoselvaggio fin dagli anni Sessanta. Alle ore 15 poi una visita naturalistica e archeologica nella baia di Uluzzo a cura di Salvatore Inguscio (la partecipazione è gratuita, ma la prenotazione è obbligatoria al numero 349 3788738).

Si chiuderà mercoledì 8 marzo con una giornata dedicata al tema delle migrazioni, che costituiscono da sempre momenti essenziali nell’evoluzione dell’uomo. Al Chiostro dei Carmelitani alle ore 9:30 il tema sarà Quando giungemmo a Portoselvaggio di Filomena Ranaldo (Università di Siena), che svolge ricerche sull’evoluzione del Paleolitico neretino in relazione all’arrivo, proprio sulle coste neretine, dei primi sapiens giunti in Europa dall’Africa circa 45 mila anni fa. Alle ore 11 poi si parlerà di Migrazioni di ieri e di oggi con Valerio Calzolaio, scrittore e giornalista autore di Libertà di migrare, e con Angelo Cleopazzo dell’associazione Diritti a Sud, attiva nel settore dei diritti dei migranti e gestore dei servizi di accoglienza e inclusione sociale presso Masseria Boncuri.

Il Darwin Day è l’appuntamento annuale che celebra la nascita di Charles Darwin, una giornata internazionale che ricorda il padre della teoria dell’evoluzione per selezione naturale e che rappresenta un’ottima occasione per parlare di scienza e progresso grazie a eventi di divulgazione dedicati. La sua teoria, nella storia del pensiero scientifico e non soltanto, ha segnato un confine e ridisegnato la visione del mondo e di noi stessi.

Ufficio Stampa comune di Nardò

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *