Nardò: Dal 4 maggio si presentano le domande per i cantieri di cittadinanza per cui sono disponibili 172 mila euro

Lavoro minimo di cittadinanza e Cantieri di cittadinanza: la sfida cominciata anche per il Comune di Nardò lo scorso ottobre 2014 appare vinta. Dall’ottobre 2014 infatti il Comune di Nardò- Assessorato ai Servizi Sociali si è attivato per mettere in atto tutte le azioni a sostegno del lavoro che erano state programmate qualche mese prima , insieme ad atri 38 comuni del Salento, nell’ambito di un protocollo di intesa sottoscritto con la Regione Puglia e i Sindacati.
Ora le due linee di intervento che mirano a formare nuove competenze professionali, a favorire l’occupazione e a garantire servizi di pubblica utilità, attraverso progetti pensati e sviluppati in accordo con i Sindacati, diventano anche a Nardò progetti concreti pronti a partire e dare risposta a chi vive il dramma della disoccupazione, della mobilità e della precarietà.
Per quanto concerne i cantieri di cittadinanza il progetto redatto dall’Ambito Territoriale numero 3 di cui Nardò è comune capofila, condiviso e approvato dai sindacati, ha ricevuto un primo finanziamento regionale di 172 mila euro.
“ Questo progetto” -spiega l’assessore ai servizi sociali e Presidente dell’Ambito territoriale che fa capo a Nardò, Carlo Falangone, – “ interessa le persone disoccupate da lungo tempo che potranno essere impiegate per circa 12 mesi a 500 euro al mese è finalizzato alla raccolta e al riutilizzo dei rifiuti nelle strade extra urbane e rurali .Gli interessati potranno a partire dal prossimo 4 maggio presentare domanda di accesso al percorso di inclusione o reinclusione sociale candidandosi attraverso l’apposita piattaforma on line disponibile sul portale www.sistema.puglia.it/cantieridicittadinanza oppure potranno rivolgersi ai Caf convenzionati.
Le domande non possono essere presentate tramite sportello comunale né tramite i centri per l’impiego.
Possono beneficiare le persone disoccupate da almeno dodici mesi, gli inoccupati o le persone in difficili situazioni di fragilità sociale come disabili e donne sole. “
Per quanto concerne invece il Lavoro minimo di cittadinanza rivolto ai percettori di ammortizzatori sociali anche in deroga, il Progetto (presentato sempre dall’Ambito territoriale numero 3 ma che coinvolge in modo particolare, per la situazione di precarietà socio lavorativa i Comuni di Nardò e Galatone) anche in questo caso condiviso con i sindacati, sarà finalizzato alla pulizia delle spiagge e alla raccolta dei rifiuti.
Il finanziamento messo a disposizione dalla Regione Puglia, è di 92 mila euro. Ad oggi sono pervenute 75 domande al Comune di Nardò.
Qui le domande sono state presentate in base allo schema di domanda allegato all’Avviso pubblico approvato dalla Giunta comunale di Nardò lo scorso 9 ottobre 2014.
Nell’avviso si indicavano i requisiti per accedere alla misura di inclusione e le domande potevano essere presentate entro il 31 ottobre 2014.
Le 75 domande pervenute, vagliate e certificate dal Ufficio dell’impiego e Inps, saranno ora oggetto di ulteriore istruttoria per la verifica ISEE al termine della quale sarà stilata una graduatoria da cui assumere i lavoratori.
27 aprile    2015

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus