MUSEI IN PUGLIA: TRADIZIONE E FUTURO APPUNTAMENTO VENERDÌ 18 AL MUSEO CASTROMEDIANO PER LA SECONDA GIORNATA DI STUDI DEL CONVEGNO INTERNAZIONALE DEDICATO AD ANTONIO CASSIANO

Proseguirà, venerdì 18 novembre a partire dalle ore 9 presso l’auditorium del Museo provinciale Sigismondo Castromediano di Lecce, il convegno internazionale di studi dedicato ad Antonio Cassiano “Musei in Puglia: tradizione e futuro” organizzato dall’Università del Salento dipartimento di Beni Culturali e dallo stesso Museo Castromediano.
Dopo la prima giornata di studi, programmata giovedì 17 novembre presso la Fondazione Puglia in via Venezia a Bari, che ha visto studiosi italiani ed europei confrontarsi sulle diverse esperienze di gestione museale, sull’identità, sul ruolo e la mission dei musei, l’attenzione si focalizza sulla situazione pugliese in vista della creazione di un sistema museale regionale, anche in considerazione delle più recenti modifiche volute dal legislatore.
“La bellezza e l’importanza storica ed artistica del patrimonio e dei contenuti culturali del Museo provinciale Sigismondo Castromediano meritano grande attenzione da parte di tutte le istituzioni. Un momento di riflessione e di confronto risulta, a questo punto, indispensabile per trovare nuove sinergie e nuove opportunità di crescita e sviluppo. Da parte nostra sussiste l’impegno per continuare a lavorare in tal senso, per garantire la piena valorizzazione e tutela delle prestigiose collezioni d’arte che rendono le nostre esposizioni uniche ed esclusive”, questo il commento del Presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone.  
“In un momento particolarmente delicato di metamorfosi delle Province, questo incontro risulta propizio ed importante poiché potrà seriamente contribuire al chiarimento dei ruoli che le diverse istituzioni pubbliche chiamate alla valorizzazione e tutela dei beni culturali dovranno assumere nel nuovo scenario politico che si va delineando”, spiega la Consigliera delegata alla Cultura, Simona Manca.
“Da un lato, quindi, avremo la possibilità di mettere a fuoco il ruolo e i compiti del nostro museo provinciale, con gli evidenti e imprescindibili legami con il territorio, dall’altro tenteremo di dare risposte e proporre nuovi equilibri per presentare al meglio l’enorme patrimonio che le sale del Castromediano custodiscono” conclude Simona Manca .

musei in puglia

Questo il programma della giornata di studi di venerdì 18 novembre:
Si parte alle ore 9 con i saluti di Antonio Gabellone, Presidente della Provincia di Lecce, di Vincenzo Zara, Rettore dell’Università del Salento, di Gianluca Tagliamonte, Direttore del Dipartimento di Beni Culturali, Università del Salento, di Simona Manca, Consigliera delegata alla Cultura della Provincia di Lecce e di Rocco Merico, Direttore del Museo Provinciale Sigismondo Castromediano.
            A seguire sono previsti gli interventi di Massimiliano Rossi, Università del Salento e Maria Piccarreta, Soprintendente archeologia, belle arti e paesaggio per le province di Brindisi, Lecce e Taranto che parleranno di come “Valorizzare per educare: uno strumento essenziale per la tutela del patrimonio”, subito dopo, alle ore 10, Angela Ciancio, Direttrice del Museo Nazionale e Parco Archeologico di Egnazia “Giuseppe Andreassi” interverrà su “Il ruolo del Museo Nazionale e del Parco Archeologico di Egnazia nella “narrazione” del processo storico regionale”.
Alle ore 10.30 sarà la volta di Francesco D’Andria, Professore Emerito dell’Università del Salento, e dell’architetto Francesco Baratti con un intervento dal titolo “Dal museo diffuso all’Ecomuseo. Esperienze salentine”.
            Dopo una pausa caffè è invece in programma l’intervento di Grazia Maria Signore, responsabile tecnico-scientifico del Museo Storico Archeologico MUSA dell’Università del Salento su “Musei universitari in Puglia tra ricerca e comunicazione della conoscenza: l’esperienza del MUSA” che introdurrà il dibattito conclusivo dei lavori della mattinata.
            Nel pomeriggio, a partire dalle ore 14, sono in programma gli interventi di Fabrizio Vona, Direttore del Polo Museale della Puglia e Brizia Minerva del Museo Provinciale Sigismondo Castromediano di Lecce  su “Il museo come attrattore culturale”, mentre alle ore 14.30 Anna Lucia Tempesta, archeologa del Museo Provinciale Sigismondo Castromediano, Lecce relazionerà su “La qualità e la pratica nei musei: un futuro possibile per le istituzioni provinciali”.
Alle 15 e alle 15.30 sono, invece, previsti gli interventi di Massimo Guastella, Università del Salento su “I musei d’arte contemporanea in Puglia” e di Claudio Corigliano, dottore di ricerca su “L’opera di Franco Minissi nel Salento: questioni aperte tra adeguamento e conservazione”.
Alle ore 16 è, infine, in programma una tavola rotonda coordinata da Raffaella Cassano della Fondazione Puglia sul tema della “Gestione dei musei: spin off, cooperative, società di servizi, enti privati” a cui parteciperanno Tommaso Morciano, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Nova Abulia, Francesco Carrino, Presidente della Cooperativa Museion di Taranto, Gianluca Mastrocinque, Altair, spin-off dell’Università degli Studi di Bari Aldo Moro e Floriana Conte, Università del Salento.
            Alle ore 18 le conclusioni saranno affidate a Raffaele Casciaro dell’Università del Salento.
Lecce, 16 novembre 2016

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *