Marcianise, brutta sconfitta a San Severo

Di Achille Talarico
9 novembre 2015
SAN SEVERO – Un Marcianise dai due volti esce sconfitto da San Severo dopo una prima frazione dominata ed un secondo tempo che ha visto i gialloverdi cedere di schianto ad un San Severo uscito dall’intervallo più agguerrito che mai. Il 3-0 finale, tuttavia, è un risultato pesante che forse penalizza i gialloverdi più dei propri demeriti. Sugli spalti del ‘Ricciardelli’, purtroppo, cori inneggianti al Vesuvio e alla “sparizione sotto la lava di Napoli e della Campania”. Mister Campana è in emergenza: out Mangiapia, Baratto è dirottato sulla fascia destra, Fossa a sinistra. In mezzo al campo c’è Leone con il rientrante Conte e D’Anna, davanti tridente con capitan Ciano e Farriciello a supporto di Sperandeo. In porta Mario Barone preferito a Zeoli. Il primo tempo è un dominio del Marcianise: con gli ospiti che hanno le occasioni migliori per segnare. Al 20’ Lagnena trova in area Farriciello il cui destro da buona posizione è debole e bloccato a terra da Mannella. Al 22’ colossale palla gol fallita da Sperandeo che tutto solo davanti al portiere calcia incredibilmente a lato. In campo c’è praticamente solo il Marcianise: al termine di una bella azione corale il tiro di D’Anna è destinato all’incrocio, ma Mennella si supera e devia sul palo. Dall’altro lato il San Severo è tutto nella conclusione di Milani respinta in corner da Barone. Nella ripresa la partita cambia: un giro di lancette e Barone si supera su Florio. Il Marcianise si spegne: Mustone si fa tutta la fascia, vede l’inserimento di Rossi che a botta sicura coglie il palo. Poco prima del quarto d’ora il vantaggio dei padroni di casa: Mustone è ancora straripante sulla sinistra e mette al centro una palla che Florio è bravo a depositare alle spalle di Barone. Entra Sorrentino per Ciano, reduce comunque da un infortunio, dà un po’ di vivacità ai suoi che si imbattono, però, in una difesa attenta. Conte fa spazio a Lopetrone, ma alla mezzora ecco il raddoppio: l’arbitro giudica falloso l’intervento di Lagnena su Evacuo che salta. Il difensore è anche ammonito, l’attaccante trasforma spiazzando Zeoli. Al 34’ il portiere gialloverde capitola per la terza volta: veloce ripartenza pugliese, Evacuo serve Florio e diagonale vincente.
San Severo-Progreditur Marcianise 3-0
SAN SEVERO: Mennella, Natino, Mustone, Favilla, Cipolletta, Grieco, Florio, Tricarico, Evacuo, Rosso, Milani  (44’ st De Bellis). A disp.: Di Michele, Capone, Di Fiore, Morsillo, Rolli, Mastrangelo, De Luca, Favetta. All.: De Felice.
  1. MARCIANISE: Barone M., Baratto, Fossa, Conte (25’ st Lopetrone), Follera, Lagnena, Ciano (17’ st Sorrentino), Leone, Sperandeo (36’ st Figliolia), D’Anna, Farriciello. A disp.: Zeoli, D’Apolito, Rossetti, Piscitelli, De Bernardo, Barone V. All.: Campana.
ARBITRO: Salama di Ostia Lido.
MARCATORI: 14’ st e 34’ st Florio, 29’ st rig. Evacuo.
NOTE: spettatori 250 circa. Ammoniti: Baratto (M), Conte (M), Lagnena (M), Florio (S), Rossi (S), Lopetrone (M). Rec.: 1’ pt, 4’ st.
SPOGLIATOI
“Una sonora batosta”. Non usa mezzi termini il ds gialloverde D’Anna dopo il pesante ko rimediato a San Severo: “Primo tempo eccezionale, ma finirlo senza reti dopo averlo giocato così bene è una colpa della squadra, non possiamo prendercela sempre con la sfortuna. Vuol dire che abbiamo serie di difficoltà a buttarla dentro: creata una grande mole di gioco senza fare alcun gol. Si costruisce tanto e si realizza nulla: nella ripresa il San Severo è uscito rinvigorito dal pericolo scampato e ci ha messo sotto di brutto. Noi abbiamo fatto degli errori ingenui in occasione del loro vantaggio, poi l’esperienza di Evacuo e l’inesperienza dell’arbitro sull’episodio del rigore – generoso – del due a zero hanno determinato la fine della partita col Marcianise che si è gettato davanti alla disperata per accorciare ed ha subito il terzo gol. E’ una sconfitta che ci fa molto male e ci deve far meditare. Da martedì tutti al lavoro per ripartire”. “Partita strana e dai due volti – l’analisi di mister Campana – nel primo tempo siamo stati padroni del campo dove abbiamo mancato un occasione importante con Sperandeo e abbiamo preso un palo con D’Anna. Nella ripresa abbiamo subito il primo gol con un errore in disimpegno, poi dopo un calcio di rigore che credo discutibile sia poco, il San Severo ha avuto vita facile facendo anche il terzo. La partita per chi non l’ha vista è strana da raccontare. Ci rimbocchiamo le maniche, questo è un campionato difficile, fare punti è impresa ardua contro chiunque: dobbiamo pensare a lavorare meglio per non commettere gli errori commessi nel secondo tempo”.

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *