M5S Nardò,: Ecotassa: l’incubo che diventa realtà

L’ecotassa, ovvero il tributo speciale per il deposito in discarica dei rifiuti solidi, da spettro che aleggia su palazzo Personè, diventa un incubo con cui tutti i neretini l’anno prossimo dovranno fare i conti.
E non ci sono proclami autoreferenziali e comunicati stampa che tengano; l’attuale amministrazione comunale si mostra per quello che è, incapace di assolvere ai compiti ad essa preposti e totalmente inadeguata al difficile momento storico corrente.
I dati sulla raccolta differenziata presenti sul sito regionale www.rifiutiebonifica.puglia.it/rsu_puglia.php, parlano chiaro. Oltre a non centrare la percentuale del 65% di RD a maggio, il comune di Nardò non è riuscito nemmeno a centrare l’obiettivo di incrementare del 5% la RD in giugno 2015 rispetto al novembre dell’anno precedente, che avrebbe permesso di ottenere la stessa aliquota del tributo del 2013 cioè 7.50 euro/t.
Una simile disfatta è da ricondurre alle scarsissime iniziative poste in atto dall’amministrazione comunale per cercare di aumentare le percentuali di RD.
Insomma un disastro che i neretini pagheranno a caro prezzo cioè 25,82 euro ogni tonnellata di indifferenziato prodotta, con un aumento di circa 18,32 euro/t rispetto all’anno precedente.
Da parte nostra, sappiamo bene come rimediare a questa desolante ed umiliante situazione: strategia rifiuti zero, compostaggio domestico e collettivo.
Progetti e proposte che nel corso degli anni abbiamo presentato a questa bislacca amministrazione (puntualmente ignorati) e che permetterebbero di aumentare in modo esponenziale il differenziato, di ridurre in modo drastico il rifiuto indifferenziato e consequenzialmente la tariffa della Ta.Ri.
Intanto per l’anno prossimo la frittata è fatta; le famiglie andranno incontro (al netto di ricorsi) ad un esborso considerevole che comprometterà ancora di più una situazione già precaria per via dell’aumento di tutti i balzelli possibili ( TASI , TARI , e addizionali varie).
L’incapacità di fare bene si paga, in questo caso la pagheranno i cittadini con i propri denari e si spera gli attuali amministratori con una disfatta in primavera.
Massimo De Marco
Giovanni Agrosì
Florindo Cefalo
MoVimento Cinque Stelle Nardò.
14 ottobre 2015

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus