LECCE: TROVATO DALLA POLIZIA L’AGGRESSORE DI DUE BULGARI SENZA FISSA DIMORA

La notte del 15 maggio scorso, un cittadino bulgaro senza fissa dimora veniva aggredito nella zona della Stazione da una persona da lui conosciuta, della quale però ignorava le generalità. I due, in compagnia di un altro connazionale dell’aggredito, dopo aver bevuto insieme della birra, nei pressi di Piazzale Rudiae, a dire dell’aggredito, hanno litigato per una richiesta di denaro che il bulgaro non intendeva dare.
A seguito del litigio, il bulgaro veniva ferito all’altezza del labbro superiore probabilmente da un oggetto tagliente che gli procurava delle lesioni giudicate guaribili in 15 gg.
Accompagnato in Questura l’uomo ha fornito la descrizione dell’aggressore, un altro senza fissa dimora, di nazionalità irachena, che verrà cercato nei giorni successivi dalle volanti della Questura, e proprio una volante che stava perlustrando la stazione alla ricerca dell’iracheno si è imbattuta in una donna di nazionalità bulgara, molto agitata, che alla vista della Polizia ha raccontato di aver appena subito una rapina mentre si trovava nel parcheggio della stazione dove dorme e dove era stata avvicinata dallo stesso aggressore dell’altro bulgaro e, sotto la minaccia di un coltello, ha consegnato 250 euro, denaro che lei aveva raccolto con lo scopo di tornare a casa.
Nel pomeriggio di ieri, veniva effettuato un attento e mirato controllo del territorio finalizzato alla ricerca del cittadino extracomunitario resosi responsabile della rapina e dell’aggressione avvenuta il 15 c.m.
Da accertamenti esperiti sul territorio, i poliziotti delle volanti venivano a conoscenza che l’autore di tali eventi delittuosi presumibilmente dimorava in una casa abbandonata, in uso ad altri senza tetto, luogo noto a questi Uffici ed oggetto di altri interventi nei decorsi mesi.
L’intuizione si rivelava fondata, infatti, all’interno della casa abbandonata, oggetto di osservazione, veniva rintracciato A.L., iracheno del’86. L’appartamento veniva perquisito e, sotto il materasso, veniva trovata una pistola giocattolo in metallo di colore nero.
A.L., considerata la trascorsa flagranza, è stato indagato in stato di libertà per rapina e lesioni.
20 maggio 2016

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *