LECCE: “SU BERG POLEMICHE PRETESTUOSE”

“Le polemiche apparse oggi sui media sembrano pretestuose e fuorvianti.  La professionalità e la competenza di Airan Berg sono riconosciute e documentabili. Non a caso è stato scelto per guidare l’entusiasmante percorso che ha accompagnato la candidatura a Capitale europeo della Cultura  2019 della nostra città arrivata in finale dopo aver superato città come Venezia, Palermo, Urbino, Mantova e Bergamo. E se ora Lecce può, a giusta ragione, fregiarsi del titolo di Capitale italiana della Cultura 2015 grazie al quale abbiamo ottenuto un contributo di un milione di euro, buona parte del merito è proprio del direttore artistico uscente capace di promuovere in maniera efficace il territorio.
Nel contratto è esplicitamente riportato l’obbligo del direttore artistico di espletare la propria attività in sede fino al 31 dicembre 2014, fermo restando che – dal 1° gennaio 2015 fino al 7 maggio dello stesso anno – aveva la possibilità di assicurare la propria prestazione lavorativa non necessariamente da Lecce.
Si specifica, inoltre, che nonostante il contratto prevedesse il pagamento del compenso in quattro tranche da corrispondere entro il 31 dicembre 2014, il corrispettivo pattuito di 60mila euro, comprensivo di Iva, è stato liquidato nel febbraio del corrente anno, una volta effettuata la verifica delle attività svolte dal direttore artistico”.
12 maggio 2015

 

 

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *