Lecce s’ illumina di meno

Anche il Comune di Lecce, con l’Assessorato alle Politiche Ambientali, aderisce all’iniziativa di sensibilizzazione sul risparmio energetico e consumo consapevole delle fonti di energia promossa per il decimo anno consecutivo dal programma radiofonico Caterpillar, Rai Radio2, e denominata “M’illumino di meno 2014”.
Lecce aderisce attraverso un simbolico “silenzio energetico”: tra le 18 e le 19:30 del 14 febbraio Piazza Sant’Oronzo resterà spenta.
“M’illumino di Meno – afferma l’assessore alle Politiche Ambientali, Andrea Guido – in questi anni ha concretizzato l’invito a investire sul cambiamento delle proprie abitudini e sulle energie rinnovabili, dall’adozione del fotovoltaico all’auto elettrica, dall’uso della bici alla gestione intelligente dell’illuminazione e degli elettrodomestici. Mi pare che il Comune di Lecce abbia già fatto un po’ di strada in questa direzione”. “E’ importante sottolineare – continua l’assessore Guido – come l’efficientamento energetico rappresenti per l’Amministrazione Comunale un obiettivo ormai in fase di consolidamento, nella consapevolezza che garantire i servizi ai cittadini impone una sempre maggiore efficienza e coerenza con le opportunità offerte dalla tecnologia. Non dimentichiamo le varie campagne di informazione promosse dal mio Assessorato negli ultimi 2 anni e pensiamo soprattutto agli sforzi sostenuti per la mobilità elettrica in città. I veicoli eco sostenibili servono all’ambiente perché riducono l’inquinamento da smog; servono alla salute perché contribuiscono a ridurre le polveri sottili; servono come segnale di innovazione, nell’ottica di una concreta e reale applicazione di politiche smart”.
“L’invito che rivolgo ai leccesi – ha concluso Guido – è quello di aderire ad un simbolico “silenzio energetico” in questa giornata dedicata al risparmio energetico, il 14 febbraio. Invito tutti, dai privati cittadini alle altre istituzioni pubbliche, dalle scuole ai negozi, dalle aziende alle associazioni culturali, a rendere visibile la propria attenzione al tema della sostenibilità spegnendo piazze, vetrine, uffici, aule e private abitazioni, tra le 18 e le 19,30. Si tratta di un gesto simbolico a cui affianchiamo l’invito ad accendere, laddove possibile, luci “pulite”, facendo ricorso a fonti rinnovabili e sistemi intelligenti di illuminazione”.

IL DECALOGO DI M’ILLUMINO DI MENO
Buone abitudini per la giornata di M’illumino di Meno, ma non solo.
1. spegnere le luci quando non servono
2. spegnere e non lasciare in stand by gli apparecchi elettronici
3. sbrinare frequentemente il frigorifero e tenere la serpentina pulita e distanziata dal muro in modo che possa circolare l’aria
4. mettere il coperchio sulle pentole quando si bolle l’acqua ed evitare sempre che la fiamma sia più ampia del fondo della pentola
5. se si ha troppo caldo abbassare i termosifoni invece di aprire le finestre
6. ridurre gli spifferi degli infissi riempiendoli di materiale che non lascia passare aria
7. utilizzare le tende per creare intercapedini davanti ai vetri, gli infissi, le porte esterne
8. non lasciare tende chiuse davanti ai termosifoni
9. inserire apposite pellicole isolanti e riflettenti tra i muri esterni e i termosifoni
10. utilizzare l’automobile il meno possibile e se necessario condividerla con chi fa lo stesso tragitto.

 

S.Oronzo-Lecce

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *