LECCE, PERRONE: “DIVIDERCI ADESSO SERVIREBBE SOLO A INDEBOLIRE I COMUNI”

“Dividerci adesso servirebbe solo a indebolire i Comuni in un momento di svolta in cui, grazie all’azione dell’ANCI, i sindaci di ogni colore politico stanno manifestando con successo una posizione univoca. Di certo, così facendo, non si favoriscono le iniziative di cui ANCI si è fatta promotrice, tese a rivendicare il ruolo degli amministratori locali e la loro autonomia, a partire da quella finanziaria”. Lo afferma il sindaco di Lecce e vicepresidente vicario dell’ANCI, Paolo Perrone, commentando l’annuncio del sindaco di Padova Massimo Bitonci di dissociarsi dall’Associazione.
“Comprendo la mortificazione di Bitonci – aggiunge Perrone – che è quella di tutti i sindaci italiani. Veniamo da anni in cui governi di tutti i colori politici hanno considerato i Comuni come terminali di spesa inefficiente, e dal mio punto di vista anche il governo Renzi ha continuato nel solco dei cuoi predecessori. I Comuni si sono sobbarcati, responsabilmente, gran parte degli sforzi per rimettere in equilibrio i conti del Paese, e l’ANCI ha interpretato questa responsabilità. Oggi ci dicono che la crisi sta finendo, e quindi il comparto dei Comuni chiede che la responsabilità mantenuta in questi anni venga ripagata. Siamo tutti assolutamente concordi, indipendentemente dagli schieramenti politici, nel chiedere che qualsiasi iniziativa tesa alla riduzione delle tasse non ricada sui conti degli amministratori locali, e sono convinto che l’Associazione ed il presidente Fassino sapranno far valere questa posizione compatta. Dividerci adesso – conclude Perrone – non aiuterebbe”.
15 SETTEMBRE 2015
FONTE: www.anci.it
Foto: ilfattoquotidiano.it

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *