LECCE: IL SEDILE DIVENTA BLU PER LA GIORNATA MONDIALE DELL’AUTISMO

Giovedì 2 aprile ricorre la giornata mondiale dell’autismo, voluta ed istituita dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite nel 2007.
L’evento – presentato oggi a Palazzo Carfa – sarà celebrato anche a Lecce con numerose manifestazioni per combattere l’indifferenza e i pregiudizi verso tale sindrome attraverso il coinvolgimento del territorio e delle sue istituzioni attorno al bisogno degli autistici.
Dalle ore 18 alle ore 22 di giovedì 2 aprile, il Sedile sarà colorato di blu, mentre in piazza Sant’Oronzo verrà allestito un gazebo per la raccolta fondi attraverso la distribuzione di uova pasquali con all’interno sorprese in porcellana fredda realizzate dai ragazzi autistici del Centro E. Micheli di Bari. Inoltre, saranno distribuiti palloncini blu, materiale informativo e documenti di approfondimento.
A partire dalle ore 10, all’Open Space di Palazzo Carafa, è in programma il convegno “Percorsi di integrazione per l’Autismo”, organizzato in collaborazione con il Comune di Lecce, mentre alle 12.30 è previsto un flash mob in piazza Sant’Oronzo a cura dei ragazzi della Compagnia di Musical della Piccola Luna di Salice Salentino.
“Dobbiamo diventare una sorta di amplificatori sociali – ha spiegato il vicesindaco e assessore ai Servizi Sociali del Comune di Lecce, Carmen Tessitore – affinché la città prenda coscienza di un disturbo che purtroppo è in crescita. E dobbiamo essere in grado – come comunità – di offrire sostegno e cura, intesa come accudimento della persona. Basterebbe già questo per dare un po’ di sollievo a chi soffre di autismo e ai loro familiari”.
“Questo è un problema – sottolinea la Consigliera comunale Giordana Guerrieri – che se affrontato per tempo può essere attutito. Il Comune dovrà lavorare in un’ottica di inclusione sociale coinvolgendo anche scuole ed associazioni”.
Sono sempre più numerosi, infatti, i bambini e i ragazzi affetti da autismo. Anche grazie agli attuali strumenti diagnostici e a una migliore conoscenza del disturbo aumenta di anno in anno il numero di casi ricondotti a tali disturbi. I dati disponibili rivelano un’incidenza sempre crescente del fenomeno. Negli Stati Uniti, secondo un’indagine di alcuni anni fa, l’autismo si manifestava su 1 bambino ogni 100 e rappresenta attualmente un grave problema a livello mondiale in campo educativo e sanitario. In Italia ci sono circa mezzo milione di persone che ne sono affette. Mezzo milione di famiglie che hanno bisogno di aiuto. Perché ci sia un riconoscimento all’assistenza necessaria per educare i soggetti che si trovano in questa condizione all’autosufficienza e fare in modo che non siano un peso per la società per il resto della vita, ma che possano contribuire quanto più possibile alla vita lavorativa e produttiva del paese, in tutto il mondo si svolgono iniziative di sensibilizzazione e manifestazioni pubbliche.
Ad organizzare le manifestazioni a Lecce e provincia sarà l’Angsa, l’Associazione Nazionale Genitori Soggetti Autistici che promuove la diffusione della cultura dell’autismo .
“E’ fondamentale – spiega Luciana Zecca, di Angsa – la gestione della terapia per i bambini e per gli adulti. Eppure non si fa abbastanza per la diagnosi precoce della malattia anche perché non esistono competenze mediche specializzate, si pensi – ad esempio – ai pediatri o agli insegnanti di sostegno a scuola”.
“Talvolta – aggiunge Enzo Carbone di Angsa – si rischia di finire in mano a degli speculatori. Ecco perché c’è bisogno anche di una adeguata formazione”.
1 Aprile 2015
Taggato con: ,

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *