Lecce: arrestata donna per rissa

Intorno alla mezzanotte di oggi, alcuni cittadini hanno segnalato alla Centrale Operativa della Questura una rissa, in atto in via Vecchia Lizzanello, nei pressi di un casolare abbandonato, in cui erano coinvolti extracomunitari.
Gli operatori della Sezione Volanti giunti nei pressi del casolare hanno trovato tre persone, di cui due uomini di nazionalità rumena ed una donna leccese.
Uno dei due rumeni, un uomo di 39 anni, che si presentava con il volto tumefatto, ha riferito di essere uscito da poco dal carcere ove era ristretto per reati contro la persona e di essere ritornato presso quel casolare ove in passato aveva trovato rifugio, essendo in Italia senza fissa dimora. Arrivato in quel luogo ieri sera ha trovato due suoi connazionali ed una donna italiana, che hanno iniziato a picchiarlo in quanto non volevano che entrasse nel casolare perché già occupato da loro.
onofri anna maria
Mentre i due connazionali erano fuggiti, la donna era rimasta sul posto, insieme ad un terzo rumeno che, secondo quanto riferito dalla vittima, non aveva partecipato al pestaggio.
La donna, ONOFRI Anna Maria, 47 anni, gravata da precedenti penali, è attualmente sottoposta alla misura di prevenzione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno ed è stata pertanto arrestata in flagranza per la violazione delle relative prescrizioni, in quanto trovata, fuori dall’orario consentito, lontana dalla sua abitazione e poichè co-responsabile dell’aggressione .
E’ stata quindi accompagnata presso la Locale Casa Circondariale.
La vittima del pestaggio, cui è stato riscontrato un tasso alcolemico di 1,75 gr/l, sottoposto alle cure mediche presso l’Ospedale “ Vito FAZZI”, ha riportato vari traumi costali.

7 giugno 2016

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *