LECCE: ACCAMPAMENTO ABUSIVO DI ROM. LA POLIZIA INTERVIENE E NE DENUNCIA CINQUE PER ALLACCIO ABUSIVO ALLA RETE ELETTRICA

Nella mattinata di ieri una volante veniva inviata, su richiesta di personale dell’ANAS, sulla tangenziale Ovest anello interno, all’ altezza dello svincolo per Novoli, per un allaccio abusivo alla rete elettrica.

Personale di quell’Ente riferiva che poco prima, insieme a persone della ditta che gestisce la manutenzione elettrica della tangenziale, si era recato all’ altezza del KM 2 per verificare il malfunzionamento, esistente da più di una settimana, dell’impianto illuminazione della rampa d’accesso.

Due tecnici constatavano che ignoti avevano tranciato e danneggiato il cavo della fibra ottica e poi si erano collegati con un cavo elettrico di colore chiaro al cavo di alimentazione della lampada a palo provocando il relativo spegnimento della lampada e il corto della linea a causa di un sovraccarico.

Il cavo elettrico collegato abusivamente, che scendeva dalla scarpata sottostante per poi essere interrato per un tratto, era collegato ad altri cavi che arrivavano all’interno di quattro casolari rurali, occupati abusivamente da famiglie di nazionalità romena, ed era ancora caldo a causa dell’eccessivo sovraccarico di richiesta di energia elettrica, che avrebbe potuto generare dei principi d’incendio.

All’interno di uno dei casolari utilizzati come abitazione, arredati con materiale di riciclo (fogli di plastica, coperte, antine di armadi, pezzi di vetro, plastica rigida, ecc.), vi era la cittadina romena insieme a 5 minori di età compresa tra i 2 e 5anni.

Mentre, in un altro casolare, vi era una famiglia al completo composta da una coppia più tre figli minori di età compresa tra i 2 e 5 anni.

Negli altri due casolari al momento non vi era nessuno ma si poteva dedurre dallo stato dei luoghi (letti disfatti, residui di cibo e fornello a gas ancora tiepido) che erano stati usati sino a qualche ora prima.

In tutti gli ambienti si notava la presenza dei collegamenti elettrici precari e a rischio d’incendio utilizzati per accendere lampadine e tv con impianto satellitare.

Tutti gli ambienti erano in pessime condizioni igienico sanitarie.

Al termine degli accertamenti cinque persone di nazionalità romena, due donne e tre uomini, tutti occupanti abusivi di edifici siti in prossimità della rampa d’accesso tangenziale Ovest direzione Nord strada Lecce-Villa convento Novoli, venivano denunciati in stato di libertà per furto aggravato in concorso di energia elettrica e danneggiamento di cavo di fibra ottica.

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *