LE MURA URBICHE DI LECCE FRA LE ECCELLENZE ITALIANE DEL SALON DU PATRIMOINE CULTUREL DI PARIGI

Insieme al restauro della facciata del Colosseo e altri progetti di salvaguardia del patrimonio culturale, Lecce e l’equipe di Francesca Brancaccio al centro del prestigioso evento europeo
Riflettori puntati sulle Mura urbiche di Lecce che, insieme al restauro delle facciate del Colosseo a Roma (con Aspera s.r.l. eRe.Co.), il restauro di Villa Montesano a San Paolo Belsito, il restauro del Castello baronale di Acerra e la riqualificazione delle piazze, il restauro delle Terme del Foro Maschili e Femminili nel sito archeologico di Pompei e dell’insula dei Casti Amanti, il progetto per il Castello marchesale de Luca a Melpignano (con l’impresa Capriello Vincenzo S.r.l.), sono risultate fra le eccellenze dell’Italia del Sud in materia di restauro del patrimonio culturale.
La società B5 s.r.l. ha presentato a Parigi al Salon du Patrimoine Culturel che si è svolto nella capitale francese fino allo scorso 6 novembre, alcune fra le sue più prestigiose progettazioni e direzioni dei lavori. Grande rilievo è stato dato alla notevole esperienza tecnica, alla competenze specialistiche, al savoir  faire  in architettura, restauro e consolidamento, ed alla continua capacità innovazione di tecnologica dell’equipe guidata da Francesca Brancaccio e da suo fratello Ugo.
Fra i progetti  che hanno raccolto maggiore interesse, come detto, delle Mura urbiche di Lecce e del castello marchesale de Luca a Melpignano (con l’impresa Capriello Vincenzo S.r.l.).
Il Salon Du Patrimoine Culturel è  l’evento di riferimento in Europa che seleziona i professionisti del restauro e della salvaguardia del patrimonio materiale ed immateriale.
Il tema della 22esima edizione 2016, fra conferenze, premiazioni e dimostrazioni è stato quello dei cantieri più esemplari in Europa.
Ufficio stampa comune  di Lecce

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *