LA SANITA’ PUGLIESE E’ UN COLABRODO

Di Gregorio Dell’Anna
Coordinatore Italia Unica provincia di Lecce
11 novembre 2015
Il Governo regionale chiude altri ospedali ?
I cittadini hanno diritto ad una sanità solidale ed efficiente che potrà essere realizzata solo se saranno combattuti sprechi ed inefficienze.
 E’ triste e preoccupante ascoltare che per ripianare i buchi del sistema sanitario regionale, che fa acqua da tutte le parti, il Governo pugliese è orientato a chiudere altri ospedali oppure aumentare drasticamente la tassazione. I costi di un sistema sanitario al collasso,che mostra forti carenze ed inefficienze nella medicina di base, nel servizio di assistenza ed in molti casi anche nella qualità dei servizi ospedalieri non possono essere pagati esclusivamente dai cittadini. Le dichiarazioni di questi giorni del presidente Emiliano lasciano presagire che sono in arrivo ulteriori e pesanti misure che se attuate rischiano di mettere in discussione non solo l’intera organizzazione sanitaria regionale ma la garanzia costituzionale che il diritto alla salute deve essere ugualmente riconosciuto e salvaguardato per  tutti i cittadini italiani. Ciò per tanti cittadini, pensionati,precari, disoccupati, anziani soli, diventerà fortemente discriminatorio. Unica soluzione  percorribile, senza gravare ancora una volta sui più deboli,è intervenire con decisione sugli sprechi della sanità regionale, sprechi che del resto sono sotto gli occhi di tutti e ormai quotidianamente sulle prime pagine dei giornali. Un altro esercizio che, se svolto con oculatezza, può dare grandi e positivi risultati è quello rafforzare le strutture territoriali, monitorare l’attività dei medici di base,dove davvero le risposte ai bisogni possono trovare la dovuta e giusta accoglienza, sia in termini di prestazioni amministrative,sia in termini di prevenzione e cura. La soluzione non può essere quella della frettolosa chiusura di ancora altri  ospedali; al contrario le strutture esistenti e quelle già chiuse vanno potenziate,riaperte  e/o  rimodulate creando un sistema  sanitario territoriale funzionale ed efficiente. Solo arginando e combattendo ingiustificabili sprechi, croniche inefficienze e deplorevoli comportamenti di molti addetti ai la lavori che si potranno evitare costi insostenibili ai cittadini che sono costretti a ricorrere all’uso di diagnostiche e terapie sanitarie. Senza gravare ancora una volta sui cittadini,è necessario intervenire con decisione sulla qualità e l’efficienza della sanità regionale e realizzare un sistema di controllo accurato  capace di  scovare oltre agli sprechi anche chi non fa il suo dovere negli ospedali,negli uffici amministrativi,negli ambulatori ,in ogni ambito della sanità. E’ indispensabile realizzare un piano di miglioramento sanitario capace di promuovere  la funzione, il ruolo  e la professionalità di quanti operano al servizio dei cittadini e dell’intera comunità pugliese ma nello stesso tempo anche di smascherare gli interessi non sempre “nobili” e disinteressati che si celano dietro alcune attività sanitarie. Sicuramente una buona organizzazione del sistema sanitario  oltre che essere un’offerta di qualità potrà essere anche volano di opportunità lavorative.
E’ solo di queste buoni azioni che la Sanità pugliese ha estremo bisogno.

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus