La Giunta comunale in forma allargata interviene e delibera in merito allo stato di avanzamento della riconversione dell’ex ospedale Sambiasi in Poliambulatorio di terzo livello

Si è svolta ieri una lunga sessione di Giunta Comunale sullo stato dell’arte della riconversione dell’ex ospedale Sambiasi in Poliambulatorio di terzo livello.

 Soddisfazione  è stata espressa dal sindaco Marcello Risi che aveva convocato la Giunta  sul tema “ riconversione” per  focalizzare lo stato di avanzamento del procedimento e calendarizzare  le azioni e gli interventi  politici da mettere in atto al fine di una  definizione soddisfacente dei servizi sanitari a favore della comunità utente.

La Giunta”  – spiega il primo cittadino –  ha provveduto ad analizzare lo stato di avanzamento del processo di riconversione prendendo atto  sia degli obiettivi raggiunti sia delle criticità ancora esistenti. Era necessario, e ormai urgente, ad oltre sei mesi dalla firma del protocollo d’Intesa tra Comune Asl e Regione Puglia,  l’adozione di un atto politico da parte dell’Amministrazione comunale con il quale fare il punto della situazione al fine di accelerare un processo determinante per salvaguardare il diritto alla salute della nostra comunità.  Questa lunga riunione ha confermato quello che da tempo andiamo dicendo, vale a dire che la maggior parte delle criticità emerse possono essere superate solo con decisi investimenti in termine di risorse finanziarie, di acquisto di nuove attrezzature e di assunzione  e/o di  inserimento di nuovo personale.,l prossimo passo che compiremo  sarà determinato dall’esito degli incontri che ho sollecitato con il Presidente Vendola, con l’assssore alla sanità Elena Gentile e con il Direttore generale Valdo Mellone.

Alla riunione di Giunta, iniziata ieri intorno alle 12,30 e scioltasi alle 13, 30,  hanno  partecipato, su invito del Sindaco, il Direttore del Distretto ASL Dott. Umberto Caracciolo ed i Consiglieri Comunali Mariella De Trane, Pietro Paolo Losavio,  Rocco Luci Antonio e  Roberto.My Tommaso

Ad introdurre il tema dei lavori è stato il sindaco Marcello Risi. Successivamente sono intervenuti il dott. Caracciolo, la Consigliera.De Trane, il Consigliere Losavio, il Consigliere Luci, il Consigliere R. My, il Vice Sindaco Carlo. Falangone, l ‘Assessore Antonio  Filigrana e l’Assessore Flavio Maglio.

Dalla discussione è emerso che all’interno dell’ex ospedale, a poco più di 6 mesi dalla sottoscrizione del Protocollo d’intesa tra ASL LE, Regione Puglia e Comune di Nardò per la riconversione del plesso ospedaliero, sono state realizzate diverse opere edilizie finalizzate alla riconversione strutturale in Poliambulatorio di 3^ livello.

Si tratta in particolare di opere realizzate al  piano rialzato, dove è stata ultimata la ristrutturazione dell’ ex day hospital oncologico per collocare  il  Centro diabetologico e  i day service medici per diabete e ipertensione;  al primo piano,  dove,invece, è stata messa a punto la ristrutturazione per ospitare l’ ambulatorio specialistico di cardiologia.  Altri lavori sono stati concretizzati al secondo piano: ristrutturazione e adeguamento per il trasferimento del Centro di  salute mentale,  per il Centro UVA,  per  la dermatologia e per l’ unità raccolta sangue.

Al terzo piano  piano  risulta eseguita la ristrutturazione degli ambienti per ospitare  gli ambulatori di oftalmologia funzionali al day service chirurgico per la  cataratta ed al soggiorno post operatorio dei pazienti. Infine, altri lavori sono stati eseguiti al piano seminterrato.

Il Direttore del Distretto dell’Asl , Umberto Caracciolo, da parte sua,  ha illustrato lo stato dell’arte  in ordine ai servizi già trasferiti da sedi periferiche ed ha elencato i servizi fin qui attivati ex novo, fra cui i day service chirurgici per cataratta, di ortopedia e chirurgia generale, il day service per diabete ed ipertensione, unità raccolta sangue, l’ambulatorio TAO, gli ambulatori di ematologia, oncologia, geriatria e pneumologia e l’equipe affido/adozione.

Restano invece ancora da attivare: la diagnostica radiologica H12, la diagnostica senologica, elettroencefalografia, chirurgia vascolare, medicina dello sport e l’unità mobile 118 non medicalizzata.

“La Giunta – si legge nella delibera –  “dopo aver preso atto che diverse opere sono già state realizzate, diversi servizi trasferiti, molti attivati ex novo, registra, tuttavia, diffuse e persistenti criticità sulle quali occorre intervenire con urgenza attivandosi immediatamente nei confronti di Regione Puglia e ASL Lecce, anche in considerazione del fatto che la maggior parte delle criticità emerse possono essere superate solo con decisi investimenti in termine di risorse finanziarie, di acquisto di nuove attrezzature e di assunzione/o inserimento di nuovo personale.

Nella delibera anche un riferimento esemplificativo  tratto dalla realtà del servizio di Radiologia e una lunga lista di criticità che devono essere ancora risolte.  

Considerando il servizio di radiologia, per esempio, risulta la disattivazione delle macchine delle mammografie utilizzata fino al 31 dicembre scorso, perchè considerata vetusta e non più idonea. La stessa però non risulta sostituita ed il servizio da oltre 3 mesi è sospeso.

Non solo . “Si registra una forte carenza di ore presso l’ambulatorio di chirurgia, attivato un solo giorno alla settimana: per il controllo post operatorio accade spesso che i pazienti debbono recarsi all’ospedale di Copertino. “

Una avanzata apparecchiatura laser “ si legge ancora nella delibera adottata ieri in Giunta “ può ben supportare ulteriormente l’attività del day service di chirurgia oculistica, presso i quali si registra una crescita costante di interventi.

E’ urgente fare chiarezza sulle prospettive del centro risveglio, anche alla luce di recenti notizie di stampa.

Riveste carattere di urgenza il potenziamento del punto di primo intervento.

Va normalizzata nel territorio l’attività dei day service chirurgici per ernie inguinali e artroscopia, con potenziamento degli ambulatori di chirurgia di Nardò, la cui attività risente di una limitata autonomia gestionale.

Emerge, di converso, efficienza e qualità in molti dei servizi già attivati, con alta soddisfazione dell’utenza.

 Fin qui il deliberato. Alle 13 30 il Sindaco ha sciolto la seduta ringraziando  il direttore Umberto Caracciolo e tutti gli Amministratori intervenuti  non senza essersi prima formalmente   impegnato ad intervenire presso Regione Puglia ed  presso la Direzione dell’Asl di Lecce sia per riferire gli esiti della riunione della Giunta in forma allargata  sia  per sollecitare gli stanziamenti  necessari  per gli  interventi strutturali,  per l’acquisto di apparecchiature e per la disponibilità presso la struttura del Poliambulatorio  di nuovo personale.

 “Misure queste indispensabili e non più procrastinabili” – ha concluso  il sindaco Risi – “  per  dare esecuzione piena al protocollo di intesa sottoscritto il 6 settembre 2013 e per dare risposte adeguate in termini di offerta sanitaria alla comunità di Nardò e alle comunità delle città vicine”.

 

ospedale nardò

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus