La brutta immagine riservata in questi giorni dalla stampa nazionale alla Città di Nardò

 di Gregorio Dell’Anna  Coordinatore provinciale Italia Unica Lecce
Il Governo non riesce a trovare soluzioni credibili per una efficiente gestione dell’accoglienza, delle condizioni di vita e di lavoro degli immigrati e adotta la dissennata politica dello struzzo scaricando tutto il peso del problema sugli Enti locali. Lascia allibiti la superficialità con la quale è trattata una emergenza così drammatica, ma anche l’indifferenza rivolta alla questione relativa alle modalità di reclutamento dei lavoratori immigrati stagionali impegnati in agricoltura nella raccolta dei vari prodotti e la tutela della loro dignità durante la permanenza sul territorio interessato al fenomeno domanda/offerta di lavoro stagionale. E’ un problema che investe tutti,istituzioni,imprese,associazioni no profit,forze politiche e sociali. Anche l’incontro organizzato dal PD provinciale di Lecce tenuto ieri a Nardò alla presenza di autorevoli esponenti della maggioranza governativa non ha fornito,come era prevedibile, proposte risolutive,non uno straccio di risposta concreta.
Italia Unica di Lecce dopo aver analizzato il fenomeno e facendosi interprete del problema ritiene che gli immigrati da impegnare nei lavori agricoli stagionali devono essere:
a) in possesso di un regolare e valido permesso di soggiorno;
b) iscritti agli uffici pubblici per l’avviamento al lavoro o alle agenzie interinali;
c) titolari di contratto di locazione di civile abitazione a tempo determinato oppure in possesso di dichiarazione giurata del datore di lavoro di essere loro ospiti,oppure dimostrare di soggiornare presso una regolare struttura ricettiva attraverso idoneo documentazione vidimata dai competenti uffici della Questura interessata;
Le imprese hanno l’obbligo prima di avviare i lavoratori secondo le procedure previste dalla legislazione vigente in materia di lavoro di dotarsi della documentazione prevista ai punti a),b),c).
Gli immigrati non regolari o non in grado di fornire la documentazione sopra elencata non possono essere impegnati in alcuna attività lavorativa e devono essere allontanati senza esitazione dalle forze di polizia competenti dai luoghi pubblici e privati occupati abusivamente.
Se si vuole essere la terra di un’agricoltura dove la dignità della vita dell’uomo,la tutela della qualità del lavoro sono valori inderogabili è necessario agire ed assumere i necesari provvedimenti.
2 agosto 2015

nella foto:  Gregorio Dell’Anna  Coordinatore provinciale Italia Unica Lecce

rino dell anna

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus