Istat. Italia torna in deflazione a gennaio

Le stime sui prezzi al consumo di gennaio elaborate dall’Istat non lasciano dubbi: l’Italia torna in deflazione e tocca i minimi da oltre mezzo secolo. A gennaio, infatti, il tasso ha segnato quota -0,6%, il minimo dal 1959.

Anche il carrello della spesa è in flessione: l’Istat rileva che a gennaio, i prezzi dei prodotti acquistati con maggiore frequenza diminuiscono dello 0,5% rispetto al mese precedente, per effetto principalmente dei ribassi dei prezzi dei carburanti, e registrano una flessione su base annua (-1,4%) di ampiezza quasi tripla rispetto a quella rilevata a dicembre (-0,5%).

Anche i prezzi dei prodotti a media frequenza di acquisto diminuiscono su base mensile (- 0,7%) e fanno registrare un calo tendenziale (-0,2%, da +0,5% del mese precedente); a questa dinamica contribuiscono soprattutto i ribassi dei prezzi dei servizi di trasporto aereo passeggeri e la diminuzione del prezzo dell’energia elettrica.

Per contro, i prezzi dei prodotti a bassa frequenza di acquisto registrano un lieve aumento congiunturale (+0,1%) e mostrano, al pari di quanto rilevato a dicembre, un tasso tendenziale nullo.

26  febbraio 2015

Fonte:Cgia Mestre

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus