In coda verso “l’ultima frontiera”

Venerdì 31 ottobre, ore 18:00, presso la sede dei Missionari Comboniani di Cavallino (S.S. 16) si svolgerà la proiezione del documentario
EU013 L’ultima frontiera
Il film realizzato da Raffaella Cosentino e Alessio Genovese è girato all’interno dei Centri di identificazione e di espulsione italiani (Cie), dove ogni anno circa 8mila persone vengono trattenute per un periodo di tempo che arriva fino a 18 mesi, in regime di detenzione amministrativa, cioè senza avere commesso un reato penale e senza essere stati giudicati nel corso di un processo.
L’incontro organizzato dalla giornalista Paola Bisconti prevede un dibattito con la regista
Raffaella Cosentino.
Ai giornalisti interessati alla manifestazione e ad intervenire con domande rivolte all’ospite della serata è possibile prenotarsi inviando una e-mail a babbis@virgilio.it specificando nell’oggetto “Prenotazione film EU013 L’ultima frontiera”
Sessanta minuti di immagini inedite mostrano i retroscena del controllo delle frontiere italiane e la vita quotidiana all’interno dei centri. Grazie alla collaborazione con il ministero dell’Interno, le videocamere sono riuscite a entrare dove nessuno era arrivato prima. Dalla sala d’attesa del Terminal 3 dell’aeroporto di Fiumicino dove vengono fatti sostare gli stranieri in attesa del respingimento, alle gabbie dei centri dove avvengono i rimpatri forzati. Il film è stato girato all’aeroporto internazionale di Fiumicino, al porto di Ancona, e nei Cie di Roma, Bari e Trapani.
Partner ufficiali dell’evento: Trony Lecce e Mariano Parrucchieri

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *