CON GIANLUCA D’ALTO E MIRKO LIBURDI LA CASARANO RALLY TEAM SALE SUL PODIO ASSOLUTO DEL 38°RALLY DI PICO. ALL’ESORDIO SULLA SKODA FABIA R5 L’EQUIPAGGIO PORTACOLORI DEL TEAM SALENTINO SI È RESO AUTORE DI UNA PREGEVOLE RIMONTA. GARA DIFFICILE INVECE PER LUCA CELLAI E STEFANO BIAGINI IMPEGNATI NEL 9°RALLY DI REGGELLO

Casarano (Le), 6 settembre 2016. Ha conosciuto l’ennesimo weekend ricco di soddisfazioni la Scuderia Automobilistica Casarano Rally Team che ha diviso il suo impegno su due fronti al 9°Rally di Reggello-Città di Firenze e al 38°Rally di Pico.
E proprio nella gara di maggiore tradizione che si è rivelata estremamente selettiva e ricca di colpi di scena la compagine salentina ha conquistato un risultato di prestigio grazie a Gianluca D’Alto e Mirko Liburdi che al debutto con la Skoda Fabia R5 che il team Colombi gli ha messo a disposizione  hanno colto un ottimo terzo posto assoluto, aggiudicandosi anche il  successo di classe e conquistando la seconda piazza nella graduatoria di gruppo, il tutto al termine di una bella e spettacolare progressione.
Dopo un avvio prudente ma condizionato anche da una diversa disposizione  della chicane presente sulla speciale d’apertura che li ha inevitabilmente costretti all’errore facendoli precipitare in diciassettesima posizione, la coppia campano-laziale ha iniziato a recuperare terreno grazie anche alle continue regolazioni d’assetto effettuate ad ogni parco assistenza che hanno contribuito ad adattare al meglio la vettura della casa della Freccia Alata allo stile di guida del pilota salernitano e alle impegnative strade della Ciociaria. Ultimato il primo giro di prove D’Alto e Liburdi hanno affrontato i restanti tratti cronometrati con decisione e maggiore convinzione, viaggiando costantemente su ritmi decisamente alti e senza alcun errore andando cosi a cogliere un risultato significativo per effetto anche di una costante  ascesa di riscontri cronometrici che gli ha visti anche primeggiare sugli ultimi due transiti sulla prova più lunga la “Greci-Pico” dove hanno anche fatto segnare il nuovo record della prova coprendo i 12,40 km in 7’47”6.

Nella fotografia (di Leonardo D’Angelo): Gianluca D’Alto e Mirko Liburdi sul palco d’arrivo del 38°Rally di Pico.

D'Alto-Liburdi (L. D'Angelo) Pico '16

Dalle parole di Gianluca D’Alto traspare tutta la sua soddisfazione: “Siamo arrivati qui senza alcuna pretesa di classifica, la vettura ha un grosso potenziale e siamo soddisfatti di questa prima gara. Abbiamo provato diverse regolazioni che si sono rivelate efficaci per arrivare poi preparati al Rally di Roma Capitale”.
Non è stata una gara molto fortunata invece per Luca Cellai e Stefano Biagini che hanno esordito con i colori della Casarano Rally Team nel 9°Rally di Reggello-Città di Firenze. L’equipaggio toscano, in gara su una Mini John Cooper Works allestita secondo le specifiche della classe R1T Nazionale si è trovato sin da subito a fronteggiare a un problema  all’impianto frenante che non gli ha consentito di esprimersi al meglio. Cellai e Biagini  sono riusciti comunque a terminare la prima prova speciale con un tempo piuttosto alto che li ha relegati nelle retrovie della classifica. Il tentativo di riparazione fatto durante la prima assistenza non è andato a buon fine ma il trentunenne pilota di Bagno a Ripoli, resosi conto che il problema non era di una particolare gravità tirava i remi in barca mettendo da parte ogni velleità e decideva di continuare la gara pensando soltanto a portare la vettura al traguardo giungendo al diciannovesimo posto assoluto.
  Ufficio Stampa CASARANO RALLY TEAM
  Alessandro Rizzo                                                                                                               

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus