Gallipoli: il Rotary Club premia le eccellenze del Liceo Liceo Q. Ennio

“Bellissima giornata di esaltazione della creatività delle giovani eccellenze”. Così è stata etichettata dagli organi di informazione la giornata dedicata dal Rotary Club Gallipoli ai giovani scienziati.
In una calda mattinata di Maggio, presso l’Aula magna del Liceo Q. Ennio di Gallipoli, si è infatti premiato con una borsa di studio targata RC Gallipoli, il giovane Alvaro Maggio per la sua invenzione “ Metals Catchers”: un nuovo ed economico depuratore di acque dai materiali pesanti utilizzando bucce di frutta ed ortaggi. Tale invenzione è stata scelta per rappresentare l’Italia al concorso internazionale dei giovani scienziati che si svolgerà a settembre in Olanda. Successivamente, concretizzando un sogno di Giulia Chianella, si è proceduto alla consegna agli studenti di 400 Zaini Mangia smog a base di biossido di titanio, inventati dalla giovane studentessa e prodotti dal RC Gallipoli per attuare un service a difesa dell’ambiente. Ogni ragazzo con l’utilizzo di tali zaini si trasformerà in cellula attiva anti smog depurando l’aria circostante da agenti nocivi e patogeni per la salute dell’uomo. Un particolare plauso è stato rivolto all’insegnante di scienze e chimica dei ragazzi premiati, la prof.ssa Rossana Congedo che ha saputo trasmettere la propria passione e competenza ai propri alunni.
Durante la cerimonia il presidente del RC Gallipoli dr. Antonio Di Leo ha asserito come “ il club abbia voluto, con questa manifestazione, esaltare il talento autentico dei ragazzi a differenza di alcuni recenti show televisivi che tendono invece a mortificare la bravura e la creatività dei partecipanti con giochi ad eliminazione e dove invece si esalta la selezione ad ogni costo che crea tanti sconfitti ed un unico vincitore”. Alle parole del presidente ha fatto eco l’intervento del prof. Ennio De Bellis dell’Università del Salento che ha ribadito più in generale come la società attuale sia senza una vera identità: “tutto è ridotto in termini commerciali e di audience”, e rifacendosi al pensiero di Aristotele ha asserito che solo lo sviluppo della capacità critica e di pensiero di ognuno potrà far nascere una nuova “società della conoscenza” dando all’evoluzione degli eventi una causa finale.
Il prof. Antonio Errico preside del Liceo e la d.ssa Gabriella Di Gennaro, assistente del Governatore, hanno concluso gli interventi della giornata evidenziando come la conoscenza sia l’humus necessario per lo sviluppo di un futuro migliore e che la creatività sia un naturale derivato della conoscenza.
18 maggio 2015

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *