A Gagliano del Capo “Un Mondo di Fiaba”

I bambini e la scoperta delle fiabe. Un mondo da vivere con lo sguardo incantato della sorpresa per vestirsi di nuovi colori, quelli della vita. Dinanzi ad una favola i bimbi restano contenti. Anche loro avranno qualcosa da raccontare in un tempo che ora gli è sconosciuto. Come raccontargli la verità? Attraverso una storia, attraverso le scintille, i lustrini, attraverso quel genere di storie che somigliano alla vita reale. Storie fantastiche quelle che i bambini si trascinano lungo la strada della meraviglia, dei sogni. Ecco, le fiabe scacciano il buio e favoriscono l’immaginazione, organizzano i pensieri e scandiscono la bellezza nell’abbraccio con la sorpresa.
Ed a Gagliano del Capo, nel sud Salento, il 13 febbraio prossimo si appresta a vivere “Un Mondo di Fiaba”. L’iniziativa, promossa dall’amministrazione comunale, dall’Assessore alla Cultura, dalla Biblioteca Comunale “Vincenzo Ciardo” in collaborazione con l’Istituto comprensivo “Vito De Blasi” di Gagliano del Capo, intende promuovere e favorire il rapporto tra studenti e lettura. Avvicinare, quindi, i bambini anche a quei luoghi ritenuti lontani, sconosciuti, freddi. Le biblioteche sono e rappresentano la forza ed il valore di generazioni che restano ancorate, legate, affratellate, su carta da tramandare, da leggere, da custodire e da conservare. Sono anche la proporzione straordinaria con la vita stessa. Imparare ad amare i libri e farlo da bambini significa conoscere il “Mondo” che passa attraverso il filo dell’inchiostro, attraverso le storie che ci fanno volare, annusare la libertà. Storie che arricchiscono il bagaglio di ognuno. L’appuntamento con “Un Mondo di Fiaba” si terrà all’Auditorium Comunale di Gagliano del Capo alle ore 9.30. In quell’occasione verrà anche presentato il libro di Elisabetta Liguori, Kora. Una favola, ma anche una storia vera rivolta a tutti. Dialogheranno con l’autrice la prof.ssa Pamela Licchelli, dirigente scolastico, Luigina Paradiso, Responsabile della Biblioteca, e la giornalista Lucia Accoto. All’iniziativa prenderanno parte gli alunni delle classi quinte della scuola primaria e delle classi prime della scuola secondaria di 1^ grado ed i genitori. Nell’arco della giornata è previsto anche l’accompagnamento musicale a cura degli alunni dell’indirizzo musicale.
Un modo quindi per unire le famiglie ai libri, per avvicinare i figli alla lettura, per estendere l’universo dei libri all’animo dei bambini. Perché è da loro che bisogna partire. Leggere in fondo significa custodire. E le storie hanno bisogno di voci per non morire, di sguardi per non appassire su stesse. Una educata lettura di condivisione prepara a quelle pagine bianche come non si sono mai conosciute per scriverle nel segno dell’attesa.
6 febbraio 2015

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *