ESEGUITI DALLA POLIZIA 12 PROVVEDIMENTI NEI CONFRONTI DI ALCUNI ANARCHICI E ADERENTI AL MOVIMENTO CASAPOUND AUTORI DI RISSA AGGRAVATA

Dal 5 al 7 settembre 2014, si è tenuta la “Festa Nazionale CasaPound Italia” che ha visto la partecipazione di circa 400 militanti.
In concomitanza, antifascisti, anarchici ed antagonisti provenienti anche da altre provincie hanno effettuato una serie di contro-manifestazioni, nell’ambito delle quali hanno posto in essere delle condotte penalmente rilevanti, rendendosi autori di vari danneggiamenti e dell’occupazione per oltre un’ora della stazione ferroviaria di Lecce, con il relativo ritardo della partenza di alcuni treni.
In tale contesto, durante la notte a cavallo tra giovedì 4 e venerdì 5 settembre scorsi, in una traversa della centralissima piazza S. Oronzo, due gruppi contrapposti hanno ingaggiato una violenta rissa.
Le successive indagini esperite dalla Digos hanno permesso di deferire alla locale Autorità Giudiziaria i partecipanti.
A seguito di ciò, è stata emessa un’ordinanza di applicazione della misura cautelare dell’obbligo di dimora a carico di 12 soggetti, 8 dei quali esponenti di CasaPound e 4 frequentatori del locale centro antagonista denominato “Binario 68 occupato”, ritenuti responsabili del reato di rissa aggravata.
Dell’attività d’indagine è stata costantemente informata la Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione che ha coordinato le Digos di Lecce, Arezzo, Bologna, Lucca, Milano, Parma, Pistoia, Roma e Torino, tutte interessate alla notifica delle misure cautelari.
Lecce, 16 febbraio 2015.

 

 

 

 

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *