Domani a teatro: Simona Izzo e Tognazzi, Lunetta Savino, Bellebandiere e a Martina Franca “Toccata e fuga”

A Martina Franca, Teatro Verdi
ore 21.00
TOCCATA E FUGA
di D. Benfield; scenografie Veronica Giannandrea; aiuto regia Teresa Cecere
con Mino Barletta, Stefano Bux, Katia Camarda, Simona Baccaro, Veronica Calella
adattamento e regia PASQUALE NESSA

toccata e fuga

Una storia d’amore, con tanta ilarità. Ilaria costringe il marito, Bruno, a fare jogging tutti i mercoledì. Questi di buon grado, accetta, poiché invece di andare a correre, coglie l’occasione per passare un paio d’ore con l’amante, Linda, nell’appartamento del suo migliore amico, Giorgio. Quello che Bruno non sa e che sua moglie, Ilaria, sempre durante quelle due stesse ore, lo tradisce in casa sua proprio con Giorgio. Tutto sembra andare a meraviglia finché non accade un imprevisto che fa precipitare gli eventi…“Toccata e fuga” è una commedia brillante piena di equivoci esilaranti e bugie a non finire supportate da una geniale scenografia dove s’intrecciano le vicende dei due appartamenti a ritmo continuo lasciando lo spettatore senza fiato.
A Melendugno, Nuovo Cinema Paradiso (poi il 12 a Putignano, Teatro Margherita, il 13 a Bitonto, Teatro Traetta)
ore 21.00
TANTE FACCE NELLA MEMORIA
a cura di Mia Benedetta e Francesca Comencini; testi liberamente tratti dalle registrazioni di Alessandro Portelli; assistente di regia Andrea Sandali; luci Gianni Staropoli; costumi Paola Comencini
con Mia Benedetta, Tatiana Lepore, Carlotta Natoli, Lunetta Savino, Simonetta Solder, Chiara Tomarelli
regia FRANCESCA COMENCINI

Tante facce 1 - ph Fabio Lovino (Large)

Tante facce della memoria racconta sei storie di donne partigiane e non che nel ’44 vissero l’eccidio delle Fosse Ardeatine, feroce rappresaglia dopo il tragico attentato di via Rasella del 23 marzo 1944. Un’esperienza terribile ripercorsa dall’autrice attraverso le voci di sei donne toccate in prima persona. Curato da Mia Benedetta e Francesca Comencini, lo spettacolo è nato con l’ascolto delle registrazioni delle testimonianze dirette. Lo spettacolo affronta una delle pagine più drammatiche della nostra storia attraverso testimonianze personali e ripercorrendo le varie mutazioni intercorse nel clima politico. Un modo per ricordare quanto le donne hanno fatto per Roma e per l’Italia in tempi così difficili e non così remoti.
A Bisceglie, Teatro Garibaldi
Ore 21.00
SVENIMENTI – un vaudeville
dagli atti unici, dalle lettere e dai racconti di Anton Cechov; progetto, elaborazione drammaturgica Elena Bucci e Marco Sgrosso; disegno luci Loredana Oddone; drammaturgia del suono Raffaele Bassetti; collaborazione ai costumi Marta Benini; foto Luigi Angelucci, Nomadea, Patrizia Piccino
con Elena Bucci, Gaetano Colella, Marco Sgrosso
regia ELENA BUCCI
SVENIMENTI - LE BELLE BANDIERE - PH© LUIGI ANGELUCCI

SVENIMENTI – LE BELLE BANDIERE – PH© LUIGI ANGELUCCI

Incontriamo Anton Cechov, delicato e spiritoso, lieve in apparenza ma rivoluzionario per autenticità. Partiamo da una fantasia in trio incentrata su alcuni dei suoi formidabili Atti Unici, operine che lui stesso scherzosamente definiva ‘vaudeville’ e al cui straordinario successo assisteva stupito, nuvole di puro teatro, ritmo ed esilaranti invenzioni che illuminano la solitudine malinconica dei suoi antieroi, le ridicole debolezze di noi tutti, la misteriosa tessitura dei rapporti, le utopie, la trasformazione veloce di un mondo, lasciando intravedere le visioni dei capolavori a venire. A partire dagli atti unici, dalla meravigliosa mole dei racconti, dagli epistolari e dalle lettere di Olga Knipper, attrice che abitò le sue opere per diventare poi l’amata moglie, indaghiamo questo artista pieno di contrasti, medico per vocazione e scrittore per passione, grande osservatore degli umani di ogni classe ed età e della vita nelle sue variabili forme.
A San Severo, Teatro Verdi
ore 21.00
 
Simona Izzo, Ricky Tognazzi
FIGLI, MARITI, AMANTI…
di Simona Izzo; scene Massimo Bellando Randone; costumi Moris Verdiani; musiche Brentmont
con Giuseppe Manfrisi,Kiara Tomaselli
regia di RICKY TOGNAZZI

nn so

Una coppia, addestrata a battibecchi resi ormai innocui da una consolidata tradizione di schermaglie domestiche, subisce l’intromissione proditoria di una seconda coppia composta da una vecchio amico in perenne stato di necessità e da una sua recente e assai più giovane compagna. I due trascineranno a casa dei primi l’onda lunga di una litigata furibonda e impietosa che getterà anche costoro in un rutilante vortice di rinfacci senza esclusione di colpi dando corpo alla messa in campo di un alterco assoluto, denso di colpi di scena e tessuto da battute fulminanti. D’altronde, quando si è in presenza di un contenzioso ad alta temperatura, gli esseri umani, per difendersi, sanno affilare le armi verbali al punto che, nel pathos del momento, si rivelano addirittura capaci di comporre endecasillabi perfetti. Due relazioni – una coniugale, l’altra estemporanea – si fonderanno, dunque, in una girandola di malintesi e permalosità sino a ricomporre il paesaggio di una nuova armonia. Se più forte o più precaria della precedente è materia offerta alla discussione.
Info: www.teatropubblicopugliese.it
Ufficio Stampa Teatro Pubblico Pugliese

10 febbraio 2016

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus