DIBATTITO “LE DONNE E LA POLITICA. GENERAZIONI A CONFRONTO”. IL 18 MARZO IN RETTORATO DIBATTITO PROMOSSO DAL CENTRO STUDI OSSERVATORIO DONNA

A partire dal libro a cura di Fiorella Perrone “Rosso un fiore. Intervista a Maria Rosaria Manieri” (Besa edizioni, 2015), un dibattito sul tema “Le donne e la politica. Generazioni a confronto”: lo organizza il Centro Studi Osservatorio Donna dell’Università del Salento (Dipartimento di Storia Società e Studi sull’Uomo), l’appuntamento è nella sala conferenze del Rettorato (piazza Tancredi 7, Lecce) venerdì 18 marzo 2016 alle ore 18.
Dopo l’apertura dei lavori a cura del Prorettore vicario Domenico Fazio, Maria Rosaria Manieri dialogherà con Bianca Gelli, Maria Mancarella e Marisa Forcina, la curatrice del testo Fiorella Perrone e alcune donne attive in politica nel territorio salentino: 
Francesca De Vito, sindaca di Calimera
Dina Manti, sindaca di Corigliano d’Otranto
Sandrina Schito, sindaca di Copertino
Angelina Storino, sindaca di Monteroni di Lecce
Francesca Mariano, consigliera comunale di Lecce
 «Nel 2016 cade la ricorrenza dei 70 anni dal primo voto delle donne italiane», sottolineano le organizzatrici, «Le intervenute al dibattito cercheranno di mettere a confronto le diverse generazioni di donne, e anche di riflettere sulla trasmissione dei valori e delle battaglie».
  Il libro (testo a cura di Besa)
In questa lunga intervista – una conversazione a tutto campo sulla politica e la società italiane – Maria Rosaria Manieri racconta un pezzo di storia di questo Paese attraverso ricordi e suggestioni di una vita passata in politica. Dal primo centrosinistra al ’68, dalle lotte femministe alle grandi conquiste sociali, da tangentopoli alla nascita del berlusconismo, dal Concilio Vaticano II a Papa Francesco, le tappe fondamentali della storia nazionale vengono ripercorse attraverso lo sguardo e la voce di una delle protagoniste, in un inevitabile intreccio tra passato e presente, tra vita pubblica e frammenti di vita privata. Rosso un fiore, incipit della seconda strofa dell’inno dell’Internazionale, è il titolo evocativo e il filo conduttore. «Due parole simbolo di una storia straordinaria, di amore per l’umanità, di emancipazione e progresso sociale». La memoria si presta come strumento per delineare un cambiamento possibile, e, nella misura in cui è possibile, doveroso.
16 marzo 2016

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus