“Cultura, Identità, Saperi e ricchezze del Territorio: Il Caso Salento”

Si terrà, mercoledì 28 gennaio 2015, alle ore 17.00, a Nardò, presso il Teatro Comunale, il Convegno di Studi: “Cultura, Identità Saperi e Ricchezze del Territorio: Il caso Salento.” organizzato dall’Associazione italiana Incontri e Studi sullo Sviluppo Locale in collaborazione con l’Università del Salento e Comune di Nardò.
Numerosi i contributi e gli interventi di eccellenza in quello che si preannuncia essere un approfondito dibattito sulla “realtà Salento”, come caso di studio per valutare e riflettere – cosi come nella tradizione di Aislo – su esperienze, progetti e strumenti che si vanno sperimentando a supporto dello sviluppo territoriale.
Il territorio Salento, quindi, come ambito di opportunità da cui ripartire nell’analisi dei nuovi bisogni del paese e di cui occuparsi per poter rilanciare un ‘economia dei territori basata su qualità ed eccellenza del saper fare italiano.
L’obbiettivo concreto dello sviluppo locale oggi – spiega Stefano Mollica, Presidente di AISLo – deve essere il rilancio di una economia dei territori basata su qualità ed eccellenza del saper fare italiano. In buona sostanza la tesi di fondo da discutere è se, nella odierna drammatica situazione italiana, non serva un nuovo paradigma di politiche attive di sviluppo locale, unicamente mirato a promuovere e sostenere la creazione di lavoro per mano di gente intraprendente e motivata, soprattutto giovani e donne; quindi nuova occupazione, iniziative competitive, nuove imprese.
E di sviluppo non solo come economia, ma come capacità dei cittadini e delle comunità di apprendere, di agire, di partecipare, di elaborare politiche, di costruire soluzioni, di dare corso a iniziative di economia e di cittadinanza attiva si discuterà nel corso del convegno di mercoledì 28 gennaio.
“Sviluppo – spiega il Presidente di Aislo Stefano Mollica – è sostenibile se è costruzione di consapevolezza e di capacità individuale e collettiva di governo delle comunità e dei territori per creare futuro nell’economia, nelle opportunità di lavoro, nel vivere comune, nella coesione sociale, nella legalità e cittadinanza attiva, nella cultura e nella appartenenza dei giovani e per dare innovazione, energia e vitalità al paese”.
Riprendere il dibattito per fare sviluppo sostenibile, significa creare nuovo protagonismo di soggetti e di situazioni e iniziative per creare opportunità, lavoro, nuova impresa, nuova economia.
Riprendere iniziativa a partire dal “basso”, nei territori e nella società, significa valorizzare le esperienze esistenti, rafforzarle, dare corpo ad un vigoroso movimento di imitazione, diffusione e scambi di pratiche e di sperimentazioni esistenti.
Il convegno in programma a Nardò vuole essere così un momento di riflessione sulle opportunità e sulle potenzialità di creazione di lavoro e di nuova impresa, a partire da esperienze eccellenti e di successo.
Il Salento – conclude – è una delle realtà italiane che più e meglio in questi ultimi anni sembrano aver saputo valorizzare il proprio patrimonio di cultura e identità dei luoghi e trasformarle in accoglienza, competitività, innovazione e alta tecnologia, nuove produzioni e nuove opportunità per prodotti e servizi da portare sui mercati locali e globali. Le arti e la cultura, in particolare, sono state leve importanti per dare impulso a un nuovo tipo di sviluppo, sostenibile e a maggior valore aggiunto.
Interverranno al convegno:
Il Sindaco Marcello Risi;
Il Magnifico Rettore dell’Università del Salento, Prof. Vincenzo Zara;
Luciano Barbetta, Imprenditore settore moda e fondatore del Politecnico della Moda;
Stefano De Rubertis, Professore ordinario di Geografia Economico-Politica presso l’Università del Salento;
Emilia Fracella, Dirigente scolastico Rete IISS “ G.Galilei” – “N.Moccia”- “E.Vanoni” e Polo3 di Nardò;
Peter Karl Kresl, professore Emerito, Bucknell University, Louisbourg PA, USA;
Francesco Libetta, Pianista. Compositore e Direttore d’orchestra;
Stefano Mollica Presidente AISLo;
Fernando Strafella Coordinamento Aislo Puglia;
Simone Verde, ricercatore, saggista e giornalista;
Lorenzo Zecca Presidente della BBC di Leverano

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *