CRONACA,LECCE: DENUNCIATO MOLESTATORE SERIALE

Intorno alle ore 19,40 circa di ieri una volante veniva inviata in Via Formoso Lubello dove era segnalata la presenza di un uomo che aveva molestato una donna denudandosi e mostrando i propri genitali.
L’uomo veniva descritto di corporatura normale, alto circa 170 cm e vestito di scuro, con indosso una sciarpa nera.
Uno dei poliziotti intervenuti percorreva a piedi il tratto di strada da via Argento a via Formoso Lubello mentre l’autista della volante effettuava il giro dal senso di marcia consentito per chiudere le vie di fuga.
Il soggetto segnalato veniva rintracciato a metà della via Formoso Lubello seduto dietro delle impalcature e non si avvedeva dell’arrivo del poliziotto che stava sopraggiungendo a piedi, in quanto guardava alla sua destra le auto e le persone in arrivo.
Immediatamente bloccato veniva accompagnato in Questura ed identificato. Si trattava di un leccese dell’83, incensurato.
Veniva rintracciata la richiedente, una leccese quarantenne, che riferiva di essere stata avvicinata dall’indagato in una strettoia di via Argento, dove l’uomo si era slacciato i pantaloni e, esponendo i genitali, proferiva frasi oscene.
La donna, spaventata, si allontanava chiamando il 113, e continuando a camminare faceva il giro dell’isolato e prima di giungere alla sua abitazione ritrovava lo stesso giovane che l’aspettava sotto le impalcature di Via Formoso Lubello che di nuovo la invitava ad avvicinarsi. La signora attraversava la strada di corsa e andava sull’altro marciapiede, in quel frangente alle sue spalle arrivava un poliziotto che provvedeva a bloccarlo.
Veniva poi rintracciata un’altra donna che era stata oggetto di analoghe molestie, una leccese ventinovenne che il giorno 18 marzo scorso in via Via Manzoni era stata avvicinata dal fermato che anche in quella circostanza avrebbe mostrato i genitali proferendo frasi oscene.
Si specifica che l’uomo era stato riconosciuto senza ombra di dubbio dalle vittime le quali nel descriverlo avevano evidenziato la circostanza di un paio di scarpe gialle. Al momento del controllo della Polizia l’uomo, poi denunciato per molestie aggravate e atti osceni in luogo pubblico, indossava un paio di pantaloni con una cucitura “a strappo”.
21 marzo 2015

 

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus