CRONACA: TENTA DI ACCOLTELLARE IL FIDANZATO DELLA SORELLA. ARRESTATO DALLA POLIZIA PER TENTATO OMICIDIO

Alle ore 20.40 di ieri , giungeva  una telefonata sulla linea di emergenza “113” , da parte di una signora che chiedeva disperatamente aiuto.
Una volante giungeva dopo pochi minuti ed individuava immediatamente sul marciapiede un ragazzo quasi nudo che  indossava  solo degli slip, e una ragazza a lui vicina. Bloccate le auto di servizio, già dal marciapiede, si potevano chiaramente udire delle urla di un uomo  provenire da dietro una persiana chiusa di un appartamento. Raggiunto il ragazzo, i poliziotti  si accorgeva che perdeva del sangue dal dito mignolo della mano sinistra, mentre la donna  aveva una vistosa ferita sul dorso della mano destra.
L’uomo  ferito riferiva agli agenti che si era appena barricato in casa tale Danilo, identificato per Adorni Danilo del’69(fratello della donna), dopo che aveva cercato più volte di accoltellarlo.
Gli operatori potevano notare subito  che, proprio accanto la porta d’ingresso, vi era un pezzo di persiana in alluminio e vicino un grosso coltello con lama appuntita, risultato successivamente lungo  cm. 23, con 13 cm di lama  affilata a punta larga cm 2/e mezzo. Poichè l’uomo barricatosi in casa continuava ad urlare dall’interno testualmente : “oggi lo ammazzo, lo faccio fuori, lo scanno”, si cercava in un  primo momento  di riportarlo alla calma, ma, non riuscendovi gli veniva intimato di aprire la porta.
Il predetto, già noto alle Forze dell’Ordine, non solo non  ottemperava a ciò ma da dietro la persiana  minacciava gli operatori affinchè non entrassero altrimenti avrebbe fatto una strage.
I due poliziotti intervenuti cercavano  ancora di calmarlo e considerato che poteva essere armato, dopo aver adottato tutte le misure di sicurezza,  riuscivano a farsi aprire la sola  persiana. L’uomo, visibilmente agitato e molto  sudato continuava a dire che oggi avrebbe ammazzo il ragazzo di sua sorella perché non gradito. Alle insistenze da parte degli operatori di poter  entrare in casa, l’Adorno sempre con tono di voce minacciosa ribadiva che dentro casa sua non sarebbe entrato nessuno e, qualora  i poliziotti fossero entrati con la forza,  non avrebbe esitato ad  aizzare  contro il suo cane, un meticcio PIT-BULL.
A quel punto per indurlo ad aprire, i poliziotti gli facevano intendere che non avrebbero esitato ad abbattere il cane, se fosse stato usato come arma. L’uomo, infine, vistosi senza possibilità di fuga,  si arrendeva.
Nonostante gli agenti lo stessero portando in Questura, Adorni, durante il tragitto, all’interno dell’autovettura continuava a ripetere testualmente” quel bastardo, tanto quando esco dalla Questura lo ammazzo, lo voglio sventrare”.
Con riferimento al motivo della lite e delle minacce, il fidanzato della sorella dell’aggressore riferiva di convivere con la donna da circa un mese e questa circostanza ha scatenato una particolare gelosia da parte dell’Adorni, che non condivideva tale relazione e che già più volte aveva fatto capire di non gradirlo in casa. Nei giorni scorsi si erano succeduti una serie di episodi di violenza verbale accompagnati da minacce di morte qualora l’ospite non se ne fosse andato, finchè i due si erano determinati a lasciare l’appartamento, infatti il fidanzato aveva trascorso tutto il pomeriggio a inscatolare gli effetti personali per andare via, fino a quando, intorno alle ore 20.00 , mentre si trovava al piano superiore e stava riposando, ha sentito Danilo che salendo le scale urlava testualmente” vattene via ora  ti ammazzo ..ti apro in due…ti sbudello”. Dopo essersi subito  alzato , raggiunte le scale, ha visto Danilo che brandiva un grosso coltello .
In un attimo, visto che stava per essere colpito sul fianco con la lama del coltello, la vittima riusciva a sviare il colpo ed afferragli il polso  spingendolo indietro, così apriva la porta d’ingresso ed usciva fuori. Veniva però  raggiunto dall’aggressore che cercava di colpirlo altre volte al fianco con la lama del coltello, urlando “ ti sventro..ti ammazzo ti squarto in due”. Non lasciandogli via di fuga, l’aggredito ha cercato di affrontarlo tanto da riuscire a prendergli  nuovamente  il  polso dove teneva  il coltello ed a  spingerlo per terra. A questo punto gli aizzava contro il suo cane di razza meticcia PIT_BULL che riusciva a morderlo sulla  coscia sinistra.
Il Danilo  perdendo  la presa del coltello  caduto per terra,  si rialzava  e non avendo più l’arma in mano scappava in casa con l’intenzione di prelevare probabilmente qualche altro coltello  .
Introdottosi in casa sfasciava una persiana dell’appartamento  dove staccava le  aste in alluminio colpendo poi  il polso della sorella.
In quel momento giungeva la volante e lo bloccava
Sul posto giungeva anche personale del 118 che provvedeva a medicare le ferite dei due
A conferma delle numerose minacce del fratello, la ragazza mostrava ai polizotti un messaggio giunto sul suo cellulare alle ore 20.34 nel quale il Danilo scriveva che sarebbe andato da loro per aprire in due il suo fidanzato.
Al termine degli accertamenti l’aggressore veniva tratto in arresto per tentato omicidio.
30 luglio 2015

DSC_3101ADORNI

Scrivi un commento

L'e-mail non sarà pubblicata. I campi contrassegnati sono obbligatori. *

* Copy This Password *

* Type Or Paste Password Here *

CulturiaChannel.it

Storia, Cultura e Tradizione, offerta turistica ed enogastronomica. Eventi, imprese ed artigianato locale.
CulturiaChannel promuove le manifestaizoni legate all'Arte, alla Cultura, alla Musica, al Teatro, alla Danza, all'Architettura, con particolare riguardo verso storie di vita popolare, la Tradizione, il Culto e le manifestazioni locali, per incentivare tutto cio che appartiene alla nostra memoria storica, al nostro folklore.

Indici di Borsa Mondiali

Investing.com Italia
Save the Children Italia Onlus